La natura è davvero meravigliosa

Per rispettare bisogna conoscere. Un modo alternativo per imparare: uscire e sperimentare

Il 15 marzo, noi della classe 2A siamo andati a fare una gita lungo il torrente Muraglione, nei pressi di Casella, un paesino vicino a Riccò del Golfo. Nel corso dell’ultimo anno il modo di fare lezione è molto cambiato; siamo passati dalle lezioni a scuola, in cui i docenti spiegano in un’aula, alla didattica a distanza, dove, in assoluto isolamento, noi studenti abbiamo seguito a fatica le lezioni sul monitor di un PC, mentre lunedì abbiamo sperimentato cosa sia una lezione all’aria aperta, circondati da mille stimoli e tanta bellezza. La didattica all’aperto – che ci parla di storia, tradizioni, natura del territorio in cui viviamo- è appassionante, ci insegna a considerare il mondo come la nostra casa e ci fa avere maggiore consapevolezza di ciò che significa rispetto per la natura. Così abbiamo potuto ammirare il lavoro degli scalpellini di Valdipino, che con grande pazienza hanno lavorato blocchi di arenaria trasformandoli in capolavori. Poi abbiamo osservato l’ambiente mesofilo/collinare, attraversando un bosco misto a prevalenza di castagni e querce. Nelle pozze del torrente Muraglione abbiamo trovato un rospo Bufo bufo e uova di rana Rossa (riconoscibili per la loro tipica forma a palla) oltre a tante specie di uccelli e piante: tutt’altra cosa rispetto a studiare su una foto stampata in un libro! La ricchezza della fauna e della flora e l’acqua limpida ci dicono che qui l’ambiente non è inquinato. Ma tutta la nostra provincia è importante dal punto di vista ambientale, in quanto è uno dei territori più boscosi della Liguria; inoltre La Spezia ha raggiunto una raccolta differenziata del 78.5%: in qualche anno, grazie ai cittadini che hanno capito che noi abbiamo un bellissimo territorio da preservare, il fiume Vara e i suoi affluenti sono diventati molto puliti, consentendo a molti animali di procreare in grandi quantità. Il territorio in cui viviamo è dunque un magnifico esempio di biodiversità, un paradiso naturale in cui vivono animali stupendi e fiori particolari: dobbiamo rispettarlo! Per questo l’uscita è stata così significativa: ci ha insegnato ad ammirare la bellezza che ci circonda e di cui a volte non ci accorgiamo, ma anche a lasciare l’ambiente come lo abbiamo trovato, senza sporcarlo, perché è una responsabilità di tutti noi proteggerlo: la bellezza della natura dipende dal rispetto che noi abbiamo di essa. La conclusione che abbiamo tratto da questa esperienza è dunque che, per preservare questo tipo di ecosistema, ognuno deve fare la propria parte, mantenendo puliti e soprattutto facendo conoscere a tante persone questi posti meravigliosi.

Per leggere l’articolo clicca qui