Pace e amore: messaggi universali

“Laudato sì, mi Signore, per quelli ke perdonano per lo tuo amore e sustengu enfirmitate et tribulacione. Beati quegli kel sosteranno in pace ka da te, Altissimo, sirano coronati” E’ così moderno il messaggio di Francesco d’Assisi che testimonia la volontà di pace e riconciliazione in un mondo afflitto dalle guerre e dalle tribolazioni! I lunghi mesi vissuti nell’incertezza dovuta alla pandemia che affligge tutto il Mondo, ci hanno portato a riflettere sull’importanza del dialogo e dell’unità tra i popoli. Partendo dalla testimonianza di San Francesco e tenendo fede al motto che dice: “senza memoria, senza narrazione non c’è futuro e costruzione di identità”, abbiamo voluto ricordare in questa pagina, la vita e l’opera del nostro concittadino, Padre Rufino Niccacci. Egli, discepolo dell’ideale francescano, si è opposto, durante la Seconda Guerra Mondiale, alla persecuzione degli ebrei, nel periodo buio delle leggi razziali, salvando tante vite umane a rischio della propria e di coloro che lo aiutarono nella sua impresa. Vediamo padre Rufino come Francesco quando ebbe il coraggio di recarsi in Terra Santa cercando innanzitutto di dissuadere i crociati dal continuare i combattimenti e, non ascoltato, si rivolse anche ai saraceni, per chiedere loro di concedere ai cristiani di poter accedere ai Luoghi Sacri. Ancora oggi, dopo tanto tempo, assistiamo impotenti a conflitti che dilaniano popolazioni intere; pensiamo ai bambini della Siria che da ormai dieci anni vivono una guerra quotidiana che li priva della gioventù e dell’istruzione. Il nostro Rufino non avrebbe forse immaginato che, dopo oltre settanta anni, dall’esperienza che segnò la sua vita di religioso e di uomo, sia ancora così lontano il raggiungimento del suo ideale ovvero la pacificazione tra i popoli di diversa etnia e credo religioso. Il frate derutese, finita la guerra aveva sognato di realizzare, proprio nella sua città, un luogo d’incontro per il dialogo ecumenico. Era conscio del fatto che la pace è un valore universalmente riconosciuto, in grado di superare qualsiasi barriera sociale o religiosa ed ogni pregiudizio ideologico, per evitare situazioni di conflitto fra due o più persone, due o più gruppi, due o più nazioni, due o più religioni. Le Nazioni Unite, come tema per la Giornata della Pace del 2020 hanno scelto lo slogan “Shaping Peace Together” che possiamo tradurre con “Creiamo la Pace Insieme”. Questo ben rispecchia la situazione attuale che ci vede colpiti dalla pandemia da Covid-19 e dove, quindi, il nemico che dobbiamo affrontare è uguale per tutti e solo uniti possiamo proteggere noi stessi e gli altri.

Classe 2B

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI