Come funziona il mondo ai tempi di internet

Internet nasce in America negli anni 50 con lo scopo di battere l’Unione Sovietica nel settore dello sviluppo tecnologico, per poi divenire quello che tutti noi conosciamo negli anni 80 come worldwideweb. Era possibile sviluppare e cercare siti web ma i contenuti non sempre erano fruibili da tutti, esattamente come adesso; infatti il proprietario del sito poteva decidere chi far accedere e quali fossero i contenuti a pagamento. In poco tempo, internet è arrivato in quasi tutto il mondo. Ai giorni nostri, ormai, siamo immersi nel web come nei decenni precedenti nella televisione. Il termine web sta ad indicare tutto ciò che ci unisce con altre persone, cambiando radicalmente il modo di socializzare che diventa sempre più virtuale. In questo cambiamento, un ruolo fondamentale è stato svolto dai social network, applicazioni molto popolari, soprattutto tra i più giovani, su cui condividere video divertenti , foto , commenti e messaggi. I principali social sono: Facebook, nato nel 2004 da Mark Zuckerberg dedicato ad un pubblico generalista; Tik Tok- basato sulla condivisione di video musicali ed amatoriali. Ad oggi al centro delle critiche legate alla questione della privacy, e delle cosiddette challenge, sfide molto pericolose che possono portare anche alla morte di giovani ragazzi. Instagram, che nasce nel 2010 da un’ idea di Kevin Systrom e Mike Krieger, successivamente venduto a Zuckerberg. Youtube, una piattaforma di video sharing dove gli utenti possono pubblicare contenuti personali o visualizzare video di altre persone. Un aspetto negativo dei social network è rappresentato dal cyberbullismo che, a differenza del bullismo, può essere praticato anche da persone “mascherate” che dietro un account falso si dedicano ad aggredire psicologicamente una persona. Purtroppo questo fenomeno è in larghissima espansione ed è veramente frequente; una conversazione, una chat, un video possono essere messi online in brevissimo tempo, così come una foto rubata o una confidenza possono essere divulgate nel giro di pochi secondi. E’ necessario quindi intervenire il prima possibile su questo fenomeno dilagante, cercando di fare tanta informazione tra gli adolescenti e facendo pressione sui gestori dei social affinchè pongano in essere degli strumenti di controllo più rigidi. La Commissione Europea ha istituito Il Safer Internet Day, la giornata mondiale della sicurezza in rete (nel mese di febbraio), che nasce proprio con l’obiettivo di diffondere tra i giovani, grazie a una serie di eventi organizzati in tutto il mondo, un uso più sicuro e responsabile del web. Nel corso degli anni, il Safer Internet Day è diventato un evento di riferimento per istituzioni, organizzazioni e società civile, tanto da arrivare a coinvolgere oltre 100 Paesi.

Classe 2H
Tutor: Luigi Di Donato

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI