La città del Palio e le sue meraviglie

La maggior parte delle persone che vengono a visitare Siena non sanno che oltre ai luoghi più noti, ci sono anche dei posti, talvolta più nascosti, che i turisti non conoscono. Perché non aprire un po’ gli occhi e provare a visitare luoghi di cui ancora non si conosce l’esistenza? Un esempio potrebbe essere la Biblioteca Comunale degli Intronati che permette di prendere in prestito libri, film e CD di musica, certamente, ma sorge in un luogo particolare, infatti conserva al suo interno un vicolo di cui ancora oggi si può trovare la pavimentazione originale, costruito in modo tale da far passare carri e cavalli. La Biblioteca ha anche uno spazio dedicato ai Bambini, dove si svolgono letture animate e attività per i più piccoli. Ma la biblioteca non è l’unico luogo di interesse poco conosciuto dai turisti: la Fortezza Medicea è forse l’area verde più grande e frequentata dai cittadini di Siena. E’ stata costruita tra il 1561 e il 1563 su ordine di Cosimo de’ Medici, di Firenze. La Fortezza Medicea viene utilizzata come parco per fare sport o per fare una passeggiata. Alcuni giorni dell’anno, al suo interno, si svolgono degli eventi come il cinema all’aperto, stand gastronomici di cibi provenienti da tutto il mondo e eventi con gli animali (La Fattoria in Fortezza). In Piazza del Campo, nascosta, c’è la porta per i Bottini, una rete di acquedotti sotterranei che alimentano per 25 km le fonti di siena. Sono state costruite nel XIII-XV secolo. La parola bottini appare per la prima volta in un documento del 1226 come “buctinus”. Siena, situata in collina, ha sempre avuto problemi di mancanza d’acqua, per questo è stato inventato un sistema alternativo, un ingegnoso sistema di cunicoli sotterranei, i bottini appunto, dove l’acqua piovana, raccolta nel gorello (sempre un piccolo canale), scorre fino a raggiungere le fonti storiche. I bottini si legano anche a molte leggende: infatti molte persone che ci lavoravano testimoniano di aver visto degli esseri strani deformi a causa della cecità. Ai piedi della Torre del Mangia si trova il Palazzo Pubblico che comprende il Museo Civico e il Teatro dei Rinnovati. Del Museo Civico fa parte la Sala del Mappamondo dove, attraverso gli affreschi sulle quattro pareti si possono osservare Siena e tutte le terre in suo possesso fino alla conquista medicea del XVI secolo. Sempre nel Palazzo Pubblico si trova il teatro dei Rinnovati, il teatro più importante di Siena che è stato fondato da Bartolomeo Neroni, detto il Riccio, intorno al 1560. L’evento più famoso è il Palio, evento che richiama i turisti e fa sì che i senesi non si spostino per andare in vacanza ma restino per vivere a pieno i giorni dell’evento. Il Palio può essere straordinario cioè che si svolge per festeggiare ricorrenze di eventi di grande rilevanza storica.

Classe 2B

Tutor: Elettra Fusi

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI