Coltivare lettori per il futuro dei libri

Dobbiamo partire da una frase significativa di Pirandello: «I libri possono tanto: chi se ne ciba e se li mette in corpo, vive tra le nuvole». Forse una lettura appassionante diventa tale solo nel momento in cui ciò che leggiamo risulta già acquisita come una cosa pensata e vogliamo confermarne l’esistenza. Il viaggio dentro la cultura inizia con un invito alla lettura fatta però con piacere perché anche un’ora al giorno passata dentro una storia che ti piace può fare tanto. La trasmissione del piacere di leggere potrebbe iniziare anche col contributo offerto dal mondo degli adulti, insegnanti e genitori. La lettura negli ambienti familiari potrebbe regalare momenti di divertimento. Tanto ancora potrebbe aggiungere l’ambiente scolastico. A tale impegno si sono dedicati la maggior parte degli insegnanti del nostro istituto anche a seguito delle indicazioni ricevute dal progetto «Educare alla lettura» il cui promotore è stato il professor Batini, fondatore dell’associazione Pratika Onlus. La lettura ad alta voce e le «life skills» fanno parte di un progetto nazionale che intende riavvicinarci alla lettura e diffondere le competenze fondamentali per la vita attraverso uno strumento semplice ma che può fare la differenza. Il dato più interessante emerso dalle analisi è che l’esposizione alla lettura ad alta voce è in grado di determinare questi benefici per tutti i bambini, indipendentemente dalle loro condizioni iniziali. Ulteriori dati dimostrano come tale strumento agisca non solo sullo sviluppo della comprensione dei testi ma anche sulla padronanza linguistica. Le «skills» acquisite permettono inoltre di comprendere anche un compito di matematica o di storia, una situazione problematica a casa o ancora una partita a pallone o una competizione sportiva. Il momento culminante dell’iniziativa si è verificato quando il nostro istituto si è dotato di un’aula di lettura con spazi dedicati all’ascolto e alla disposizione intorno a dei tavoli colorati e con scaffali mobili sui quali i libri sono stati disposti in modo fruibile su ambo i lati. L’inaugurazione è avvenuta alla presenza della preside, del sindaco di Pieve e di rappresentanti del mondo bancario e commerciale. Gli alunni hanno letto a turno gli incipit di alcuni libri scelti dalle loro insegnanti. E a partire da quell’evento ogni insegnante nella propria classe ha dedicato almeno un’ora alla settimana alla lettura ad alta voce con libri scelti secondo i loro gusti.

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI