I soldi non piovono dal cielo

Noi alunni della scuola secondaria di primo grado Santa Maria degli Angeli, grazie alla collaborazione tra Banca d’Italia e MIUR, abbiamo partecipato al progetto “I soldi non piovono dal cielo” che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani su temi che riguardano l’educazione finanziaria. Ci siamo dunque accostati al mondo dell’economia per capire come essere più responsabili nelle nostre scelte future. Affrontare fin da giovani certi argomenti è utile e attuale soprattutto in questo periodo storico nel quale l’economia è caratterizzata da situazioni instabili e spesso imprevedibili. La funzione principale della Banca d’Italia è quella di mantenere la stabilità della nostra moneta e proteggerla da fenomeni come inflazione e deflazione che significano rispettivamente diminuzione e aumento eccessivo del potere di acquisto del denaro; entrambe dovrebbero mantenersi intorno a valori non superiori al 2%. Grazie ad un gioco, abbiamo anche compreso i principi fondamentali dell’investimento come ad esempio la differenziazione delle aziende in cui si investe il capitale per contenere il rischio. E’ sempre più importante sapersi orientare nel mondo finanziario che spesso è colmo di insidie e trappole, ma che, se conosciuto bene, può dare frutti e giovare al cittadino. La società moderna si modifica sempre più velocemente in ogni suo aspetto ed è opportuno iniziare ad averne consapevolezza fin da giovanissimi, molto prima di quanto accadeva ai nostri genitori. Pensiamo ai risparmi che i ragazzi gestiscono grazie alla paghetta dei familiari; alcuni mettono da parte i soldi per comprare un gioco o un vestito tanto desiderato e già da quel momento il modo di ragionare è finalizzato al risparmio per raggiungere l’obiettivo voluto. In America sono stati condotti studi sul comportamento di alcuni bambini durante il cosiddetto Marshmallow test in cui, messi davanti ai dolcetti irresistibili, è stato detto loro che avevano due possibilità: gustare subito il Marshmallow oppure avere la pazienza di aspettare il ritorno dell’insegnante ed ottenerne un secondo. E’ stato verificato che chi di loro ha saputo aspettare per ottenere il secondo dolcetto ha successivamente manifestato capacità di scegliere e compiere percorsi di studio più complessi, per ottenere maggiore successo nella vita adulta. Questo esperimento mette in luce quanto sia importante acquisire la capacità di fare buone scelte fin da piccoli, per allenarsi al ragionamento e a una scelta consapevole in un prossimo futuro.

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI