Dante, Beatrice e smartphone: che trio

1274, Firenze: cosa sarebbe cambiato nella vita e nell’opera di Dante, se il Sommo Poeta avesse avuto il telefono e la connessione a Internet? Secondo quanto ci racconta, Dante incontrò Beatrice la prima volta a 9 anni, forse a una festa. Considerando che oggi a 9 anni molti bambini hanno già uno smartphone, possiamo immaginare che il Poeta, per ammazzare la noia, avrebbe sfoderato il telefono e si sarebbe isolato per giocare a Fortnite per ore e ore, finendo inevitabilmente i Giga! Solo allora, rialzando la testa dal suo smartphone, con gli occhi sgranati, avrebbe notato il più bell’angelo del Paradiso: Beatrice! Balbettando per l’emozione, rosso dalla punta del nasone fino a quella dei capelli, avrebbe rotto il ghiaccio più o meno così: “Gentile donzella, mi faresti da Hotspot?” Si sarebbero scambiati i numeri di telefono e, anzichè incontrarsi di nuovo dopo 9 anni in strada, come racconta la Vita Nova, si sarebbero incontrati dopo 9 secondi-massimo 9 minuti su Whatsapp! E il saluto che fece struggere Dante sarebbe stato una GIF: una manina che fa Ciao! Da lì, il Poeta avrebbe iniziato a seguire la sua bella su Instagram, Facebook, Tik Tok, Youtube, Twitter…perchè, diciamocelo, Beatrice sarebbe stata la regina dei Social! Il suo video “Come apparire tanto gentile e tanto onesta” avrebbe avuto milioni di visualizzazioni e di like! E la storia delle “donne dello schermo”, di cui Dante finse di essere innamorato per sviare l’attenzione e non infangare il nome di Beatrice, dato che era già sposata? Anche quella sarebbe andata in modo diverso! Il Poeta avrebbe cominciato a seguire altre tipe, taggandole e mettendo like a casaccio; ciò avrebbe fatto ingelosire Beatrice a tal punto che, dopo avergli inviato un cuore spezzato, lo avrebbe bloccato su Whatsapp e gli avrebbe tolto l’amicizia da tutti i social, povero Dante! Altro che togliergli solo il saluto! E che dire della Divina Commedia? Con uno smartphone connesso a Internet, probabilmente, Dante non sarebbe finito nella selva oscura perchè avrebbe usato Google Maps! Quindi -ahimè!- ci saremmo persi la Divina e il patrimonio linguistico italiano! A meno che…non fosse mancato il segnale o il telefono fosse stato scarico! Eh già, perchè, si sa, spesso la rete manca quando ne abbiamo più bisogno! In questo caso, l’incipit della Commedia sarebbe stato più o meno così: Nel mezzo del cammin di nostra vita/ mi ritrovai all’improvviso senza Giga/ e la mappa di Google era sparita! E sulla porta dell’Inferno? Dopo il classico selfie, il Poeta avrebbe letto queste inquietanti parole: PER ME SI VA NELLA CITTÀ DOLENTE/ PER ME SI VA NELL’ETERNA NOIA/ PER ME SI VA TRA L’ASOCIAL GENTE/ LASCIATE OGNI TELEFONO VOI CHE ENTRATE! Insomma, quella di Dante sarebbe stata tutta un’altra storia!

Classe 2D

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI