Obiettivo fame zero anche in città

Gli studenti portano a scuola olio, alimenti per l’infanzia, riso, biscotti e vari prodotti a lunga conservazione. Il motivo? Partecipano alla Colletta Alimentare. Il Pontormo ha raccolto 235 chilogrami di alimenti, un buon risultato per essere la prima volta. L’ adesione alla Colletta alimentare noi alunni della classe 2C l’abbiamo collegata all’Agenda 2030, filo conduttore di molti progetti. L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità, sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 paesi membri dell’Onu. L’Agenda ingloba 17 obiettivi – goals – per lo sviluppo sostenibile. Questi obiettivi mirano a risolvere un’ampia gamma di problematiche riguardanti lo sviluppo economico e sociale dei paesi sottoscrittori, quali la povertà, la fame, la salute, l’istruzione, il cambiamento climatico, l’uguaglianza di genere, l’acqua, i servizi igienico-sanitari, l’energia, l’urbanizzazione, l’ambiente e l’uguaglianza sociale. Questi obiettivi riguardano tutti i paesi e tutti gli individui. Aiutare i paesi poveri, lontani da noi, a causa della mancanza di cibo non è semplice: aderendo alla Colletta alimentare e aiutando il Banco alimentare toscano abbiamo inteso dare un contributo alle situazioni di povertà «vicine» a noi, perché anche in Toscana, in provincia di Prato e anche nel nostro Comune le famiglie che hanno bisogno di un «pacco alimentare» esistono. Abbiamo avuto l’opportunità di conoscere il Banco Alimentare intervistando Ana Ortiz, una volontaria della sede di Firenze. Come avviene la distribuzione del cibo e quante associazioni si rivolgono al Banco alimentare? «In Toscana ci sono 585 associazioni che si rivolgono al Banco Alimentare che dà loro chili e chili di cibo. Le associazioni a loro volta li distribuiscono a tutte le persone che magari non possono acquistare del cibo a causa della condizione economica o sociale». Quanti chili di cibo nel 2019 sono stati raccolti? E quanti sono i Banchi alimentari in Italia? «Lo scorso anno in Toscana sono state raccolte seimila tonnellate di cibo. In totale in Italia ci sono 21 Banchi alimentari». Si raccoglie solo cibo? «Nei magazzini non arriva solo cibo ma anche il no food, ovvero generi vari». Qual è per una volontaria il significato del banco alimentare? « Il Banco alimentare ha quattro valori importanti: sociale, economico, ambientale, educativo ». Come si può fare a diventare volontari? «Quest’ anno a ottobre, se volete, potete già partecipare alla raccolta rivolgendosi al Banco alimentare che vi dirà presso quale supermercato della vostra zona prestare servizio».

Classe 2C

Tutor: Sofia Toninelli, Cristiano Ferri

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI