Chi mangia sano campa cent’anni!

Il 17 Gennaio nella nostra scuola è stata organizzata la ‘Merendamica’, una ricreazione diversa dalle solite in cui tutti stanno nella propria classe con cibi non sempre salutari. Abbiamo portato degli alimenti fatti in casa seguendo criteri ben precisi: prodotti biologici, a km 0, senza imballaggi, con farine integrali, zuccheri grezzi, grassi vegetali e frutta fresca di stagione. Per essere certi di consumare cibi sani, abbiamo abbinato un’etichetta ad ogni alimento. Talvolta alcune sigle di cui non conosciamo il significato, come conservanti, coloranti e altre sostanze consentite dalla legge ma dannose per l’organismo, possono trarci in inganno. Allo scopo di informare i consumatori, i produttori sono obbligati a rispettare le norme U.E. riguardo alle etichette, riportando ingredienti ed eventuali allergeni, provenienza, indicazioni nutrizionali, scadenza, modalità di conservazione e peso. Purtroppo non tutti le leggono! Il cibo che mangiamo può offrire molti benefici, ma va consumato in maniera corretta; la mente e il corpo sono i primi a trarne vantaggio. È importante riflettere sul comportamento adeguato alla nostra età, infatti un’alimentazione sbagliata può provocare malattie come obesità e problemi all’apparato circolatorio. Per migliorare le nostre abitudini, è stata studiata una piramide alimentare che fornisce consigli nutrizionali: gli alimenti al vertice sono quelli da consumare in piccole quantità, ad esempio grassi saturi e zuccheri raffinati, mentre quelli alla base sono da assumere con più frequenza, come frutta, verdura e cereali. La dieta mediterranea, dal 2010 patrimonio immateriale dell’umanità, si ispira ad abitudini alimentari diffuse nei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. I protagonisti sono l’olio extra vergine di oliva e molte varietà di frutta, verdura e legumi, alimenti sani e colorati perché ricchi di vitamine e sali minerali. Sono importanti anche la convivialità, il consumo di prodotti locali e stagionali e l’attività fisica. Praticare uno sport per passione può portare alla scelta consapevole di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, facendo attenzione a quello che si mangia prima e dopo l’allenamento. Grazie alla ’Merendamica’ abbiamo scoperto cibi nuovi; di solito scegliamo alimenti che stuzzicano per la confezione, le forme e i colori: mangiare è un piacere, soprattutto in compagnia. Il cibo segna molti momenti della vita dell’uomo e in varie culture, rituali e cerimonie il suo consumo ha un valore simbolico. Purtroppo, nuove mode nate dalla pubblicità, l’esigenza di piatti veloci o già pronti hanno cambiato i nostri comportamenti, ma non dobbiamo dimenticare che per vivere bene è indispensabile seguire una sana alimentazione che comincia dall’infanzia e deve accompagnarci per tutta la vita.

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI