Cibo, il chilometro “0” supera le distanze

Corretta alimentazione e territorio possono essere un binomio vincente? Ci siamo interrogati su questo tema e abbiamo intervistato l’ex presidente dell’Ass. Prod. Val di Merse, Andrea Battino, chiedendo da dove viene la necessità di essere consumatori più informati e attenti e valorizzare le produzioni locali. Lui ha risposto che nasce dalla riscoperta di uno stile di vita più vicino ai ritmi della natura, con la consapevolezza che le coltivazioni industrializzate ed intensive utilizzano prodotti chimici nocivi per la salute e che questo aspetto non può più essere ignorato da noi consumatori. Ha aggiunto inoltre che circa cinquant’anni fa i mercati a Siena erano quasi spariti, poiché il singolo fruttivendolo non poteva competere con la distribuzione a largo raggio. Ci siamo documentati perciò sulle alternative a questo modello di vendita, tra le quali il Km 0, la filiera corta e i G.A.S. Il Km 0 riguarda ciò che viene commercializzato e acquistato nella stessa zona di produzione. Ha tre benefici fondamentali: la qualità è maggiore, i prodotti biologici, i costi sostenibili. Con la filiera corta la merce è messa in vendita direttamente dalle aziende produttrici e si può acquistare principalmente dagli spacci aziendali, dai G.A.S., dalle botteghe e i mercatali. I G.A.S. (Gruppi di acquisto solidale) sono gruppi di cittadini che non si riconoscono nel ruolo di consumatori e si riuniscono per comprare dai piccoli produttori. I motivi per cui sono nate queste associazioni sono molteplici, ad esempio la volontà comune di ricerca di un’alternativa al modello economico globale e il sostegno attivo alla produzione locale, detto C.S.A. Attualmente a Siena ci sono vari punti dove è possibile trovare frutta e verdura della zona, alcuni gestiti dalle associazioni di categoria, altri organizzati come G.A.S., ad esempio l’OrtoMangione; quest’ultimo propone prodotti eco-sostenibili e solidali e ha al suo interno un’ulteriore associazione dove i soci, con il versamento di una quota annua, sostengono un orto alle porte di Siena e hanno diritto ad una cassetta di prodotti a settimana, partecipando alla raccolta. In Via Frajese si trova un mercato coperto chiamato ‘La Campagna Amica’ che offre il giovedì e il sabato i prodotti di nove aziende situate nel territorio senese. Inoltre, nella stessa via Frajese e in piazza Amendola, sono presenti altri mercati all’aperto gestiti dalla Coldiretti, che il martedì mattina offrono prodotti a KM 0. Ci siamo recati al mercato per toccare con mano questa realtà ed intervistare un produttore di olio Evo della azienda agricola ‘Bagno a Sorra’ che ci ha fatto comprendere la passione e l’impegno necessari per ottenere prodotti di qualità bio. Perciò abbiamo dimostrato che l’alternativa alla grande distribuzione esiste, basta cercarla!

Classi 2B, 3A

Tutor: Barbara Danza, Benedetta Ross

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI