Quando facciamo la nostra p-arte

Nel corso dell’anno scolastico 2019/20, gli allievi della scuola secondaria di primo grado «Giovanni Fattori» di Marina di Grosseto sono stati protagonisti di un’importante attività di recupero di nuovi spazi scolastici per la pratica musicale. Già vincitori lo scorso anno del premio «Classi ecosostenibili» (bandito dal Comune di Grosseto e riguardante la progettazione di arredi prodotti in materiali riciclati), gli alunni hanno dimostrato la loro sensibilità ecologica e culturale anche quest’anno, rendendosi parte attiva ed entusiasta nell’allestimento di un’aula del tutto nuova, a partire da un luogo utilizzato fin a quel momento come magazzino. Aiutati dalla docente di musica, hanno collaborato nella pulizia e nell’organizzazione di tale spazio, che si è rivelato essere una luminosa e ampia aula con una bellissima vista sul Mar Tirreno. Dal momento che la stanza era del tutto sprovvista di molti materiali necessari alla lezione, gli alunni con pazienza hanno recuperato dalle altre classi alcuni arredi utili. Il riordino di altri ambienti scolastici ha svelato la presenza a scuola di strumenti musicali praticamente mai utilizzati, a cui in questo modo è stata data una nuova «vita» Nel corso della stagione invernale gli allievi della classe terza hanno preparato alcuni cartelloni per aiutare gli studenti più giovani nel riconoscimento delle note musicali. Gli alunni della classe prima hanno creato dei disegni raffiguranti i protagonisti della storia della musica per «dare una mano» agli studenti più grandi nella preparazione del loro esame finale. I ragazzi della classe seconda, al termine delle lezioni, si sono resi sempre disponibili nel mettere in ordine la stanza, dimostrando grande senso civico e attiva partecipazione. Considerando quanto sia importante per i ragazzi lo svolgimento di attività pratiche e di gruppo, l’allestimento della nuova aula di musica si è rivelato un momento speciale e stimolante per le loro capacità sociali, creative e civiche. Questa iniziativa di recupero di uno spazio non valorizzato può essere un simbolo di ricostruzione e condivisione di arte e di valori. Creare insieme nuove prospettive culturali favorisce l’integrazione, l’amore per il bene comune e l’idea che l’arte e la cultura stesse nascano da uno sforzo pratico e collettivo che richiede passione e costanza. La creatività – che è alla base della cultura – rappresenta ciò che le persone possono realizzare. Essa aiuta a riflettere e ad osservare, a conoscere nuove cose, a conservare la bellezza o a farla nascere dove ancora non c’è, a trovare soluzioni affinché il futuro sia più «pulito» ed equo.

Classe 2A

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI