Tramandare, diffondere e tutelare

Dal 20 al 25 gennaio 2020 i ragazzi delle scuole Assisi 3 (Italia), Caiava (Romania), IES Costa del Sol (Spagna) e Debinka (Polonia) si sono incontrati qui ad Assisi per il primo meeting del progetto biennale Erasmus “Euritage ID” finanziato dall’ UE. Questo progetto ha lo scopo di integrare i giovani attraverso il riconoscimento ed il consolidamento delle identità nazionali espresse nell’artigianato, nella gastronomia nel patrimonio storico, nella musica, nella danza, nel paesaggio rurale e architettonico. Quindi incontrare e conoscere ragazzi di altri paesi europei, attraverso l’utilizzo della lingua inglese come veicolo di comunicazione, per tramandare, diffondere e tutelare il patrimonio culturale locale. Per fare questo abbiamo ospitato diciotto alunni stranieri ed, insieme ai docenti, abbiamo partecipato a tre giorni di workshop e realizzato una mostra finale dei manufatti realizzati. Durante il laboratorio didattico di ceramica, proposto da ICA3, abbiamo prodotto piastrelle ad incastro dipinte poi con disegni mitologici. E’ stato molto divertente, soprattutto dipingere. I ragazzi polacchi ci hanno presentato il laboratorio sulla goffratura, tecnica usata per decorare oggetti. Con i nostri amici rumeni abbiamo lavorato con la pittura su vetro e ci hanno sorpreso accompagnando l’attività con musica e costumi tradizionali. I ragazzi spagnoli ci hanno guidati, anche attraverso dei tutorial, alla tecnica dell’intreccio riciclando fogli di giornale. Insieme a loro abbiamo costruito libri tematici che arricchiremo ad ogni incontro e così diventeranno testimonianza di tutto il percorso Erasmus. I laboratori proposti dalla nostra scuola hanno voluto far conoscere la tecnica del punto Assisi e dell’intreccio. Con il punto Assisi, abbiamo ricamato un piccolo disegno con ago e filo su stoffa. Per gli intrecci abbiamo mostrato la tecnica longobarda delle tavolette in uso nello spoletino che permette di intrecciare la trama e l’ordito. Che dire poi della lezione di video making, dopo la quale ci siamo divisi in gruppi e abbiamo imparato a fare dei fantastici tutorial con le telecamere professionali? E’ stato molto faticoso ma molto bello visitare Assisi e in particolare la basilica superiore e inferiore di San Francesco, le domus romane e la piazza del comune: il freddo vento di tramontana ci ha accompagnati tutto il pomeriggio sorprendendo soprattutto i ragazzi spagnoli. L’ultimo giorno lo abbiamo dedicato a Rasiglia e Bevagna. Dopo aver visitato le vecchie botteghe artigiane: la cereria, la cartiera, il setificio, la bottega del dipintore, abbiamo concluso la giornata con una divertente caccia al tesoro. La cosa più bella di questa esperienza? Conoscere le persone, gli usi e i costumi dei paesi. Il momento più brutto? Quando se ne sono andati via. Ma ci rivedremo.

Classi 2D, 3C

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI