Alla scoperta della bellezza…

Nel settembre dello scorso anno è stato inaugurato a Todi il Beverly Pepper Park (Parco della Rocca) dove hanno trovato la loro collocazione ideale molte opere di questa artista . Vi si possono ammirare 16 sculture donate dalla Pepper a Todi come testimonianza del suo attaccamento alla nostra città e all’Umbria. L’interesse per questa arte particolare e innovativa ci ha indotto a chiedere un incontro con Elisa Veschini, la collaboratrice dell’artista. Obiettivo: farci da guida nella visita al Parco, così il 15 gennaio noi ragazzi delle classi 2° e 3° G abbiamo effettuato una breve escursione. Il percorso inizia al tempio di San Fortunato dove si trova una scultura in acciaio inox la Double Pyramid, si prosegue poi fino al piazzale della Rocca dove torreggiano al centro di un’area verde le Todi Columns create nel 1979 per essere esposte in piazza del Popolo, questi totem realizzati in ferro naturale svettano per ben 13 metri e si inseriscono in modo armonioso fra i pini e i cipressi secolari del parco delimitando uno spazio magico, quasi sacrale. L’ispirazione per queste solenni colonne è nata, come ci spiega Elisa Veschini, durante un viaggio dell’artista in Cambogia dove rimase stupita e ammirata dai tronchi di imponenti alberi. Nei pressi del Mastio e variamente collocate si possono ammirare altre sculture di dimensioni più ridotte che si adattano alle ondulazioni del terreno. Discendendo sull’altro lato troviamo creazioni particolarmente suggestive come le Maia Toltec realizzate in legno e ferro, grandiosi obelischi moderni, oppure La Bestia in acciaio inox somigliante a un grande animale preistorico e l’Activated Presence un parallelepipedo in marmo bianco di Carrara. Il percorso prosegue imboccando un sentiero tortuoso, La Serpentina, che conduce al Tempio della Consolazione. Qui ad ogni curva si rimane stupiti da altre creazioni insolite tra cui Embrace, una delle prime opere in acciaio; seduti sulla panchina in pietra si può ammirare la scultura e allo stesso tempo godere della vista del Tempio della Consolazione che appare tra le fronde degli alberi formando un insieme suggestivo. Tutte le creazioni della Pepper sono particolari, fanno riflettere, sono opere come ci fa notare Elisa Veschini fatte per suscitare interrogativi più che dare delle risposte. Secondo noi questa combinazione tra natura e arte moderna è molto interessante perché si cammina nel silenzio e nel verde in un percorso che ritempra il fisico e allo stesso tempo fornisce stimoli nuovi all’immaginazione e alla creatività; ringraziamo Elisa Veschini per la sua disponibilità e Pepper per averci donato la sua arte.

Classe 2G

PER APRIRE LA PAGINA CLICCA QUI