Campionato di Giornalismo la Nazione

Perché mi chiamo Armando

CI SIAMO posti una domanda, perché il nostro istituto è stato intitolato Armando Sforzi? Per rispondere ci siamo fatti un’altra domanda e abbiamo cominciato ad indagare come veri e propri detective. Ecco la questione: come mai ogni scuola del nostro territorio porta nomi tanto diversi, di personaggi più o meno famosi? ABBIAMO suddiviso il territorio della Versilia in base ai comuni e come certosini abbiamo elencato le diverse scuole ed istituti, scoprendo interessanti notizie; per esempio a Forte dei Marmi il liceo scientifico è intitolato a Michelangelo Buonarroti, il più grande scultore italiano del rinascimento, mentre la scuola media porta il nome dello scultore locale Ugo Guidi, nel rispetto della tradizione dell’estrazione del marmo. Rimanendo sulla costa e spostandoci verso Viareggio, troviamo nello stesso quartiere Darsena- ex Campo d’Aviazione la scuola superiore Guglielmo Marconi – famosissimo scienziato conosciuto in tutto il globo – e la scuola primaria Leone Sbrana, scrittore e politico viareggino, che non tutti possono identificare con facilità. Tornando a casa, per non far torto alle nostre scuole, possiamo notare che tutte sono dedicate a personaggi famosi, ma ce n’è una (ed è proprio la nostra) sulla cui targa appare questo nome «Iistituto comprensivo Armando Sforzi». MA… chi è Armando? Perché è stato scelto proprio lui ad identificare non una scuola, ma un intero istituto? Sarà compito nostro farvi conoscere questa persona straordinaria e per farlo dobbiamo – purtroppo – cambiare il tempo verbale, da presente a imperfetto, perché lui non è più tra noi. Il 29 luglio 2014, a seguito di una breve quanto terribile malattia, il maestro (tutto maiuscolo) Armando Sforzi ha lasciato due famiglie, la prima composta da tutti i suoi affetti, l’altra formata da colleghi, studenti e genitori; Armando ha dedicato tutto se stesso verso quest’ultima famiglia, la sua adorata scuola , dove non solo ha insegnato matematica e scienze , ma ha anche ricoperto il ruolo di vice preside per molti anni. EGLI era un eclettico e i suoi interessi spaziavano in vari ambiti, dalla tecnologia alla musica, dagli scacchi alle scienze e tutte queste passioni non le ha tenute per sè, ma le ha condivise quotidianamente con tutti e con quell’umiltà che caratterizza le persone veramente intelligenti. la sua passione per gli scacchi, un vero e proprio “gioco matematico”, si è concretizzata con la creazione di una scuola con tanto di maestro e aperta a tutti gli studenti dell’istituto, raggiungendo livelli altissimi ai campionati nazionali.

Classe 3B

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI