Campionato di Giornalismo la Nazione

Addio plastica, ora borracce

ORMAI È CERTO: rischiamo di essere sommersi da un mare di plastica. Allora che fare? Ci ha pensato il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Monsummano: l’organismo, che riunisce 16 consiglieri e un sindaco eletti negli Istituti comprensivi Caponnetto e Iozzelli, porta avanti da due anni un programma ecologista e ha proposto un’iniziativa per abolire le classiche bottigliette d’acqua. Ogni anno milioni di tonnellate di rifiuti vengono riversati nel mare rovinando l’ambiente. Associazioni come il WWF e Greenpeace denunciano da tempo il fatto che negli oceani si sono formati molti agglomerati di plastica, perché la maggior parte degli oggetti che buttiamo finisce in acqua e si raggruppa in grandi ammassi che si estendono per migliaia di chilometri. Al momento sono presenti 5 «isole»; la più grande è collocata nell’Oceano Pacifico. Entro il 2021 gli stati membri dell’Unione europea dovranno abolire la plastica monouso. Strasburgo, infatti, ha approvato il divieto al consumo nell’Unione europea di alcuni materiali derivati dal petrolio. La direttiva ha l’obiettivo di spingere le aziende a sostituire i tradizionali contenitori e imballaggi con altri ecologicamente più sostenibili. I ragazzi del Consiglio Comunale dei Ragazzi, cercando di anticipare i tempi, hanno pensato di cominciare ad abolire le bottigliette di plastica nelle proprie scuole, sostituendole con borracce o thermos da riempire al fontanello o al rubinetto di casa. Per coinvolgere tutti gli alunni, il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha proposto una sfida: la classe che per prima riuscirà a raggiungere l’obiettivo, riceverà un riconoscimento; inoltre ognuna di esse potrà scattare una foto, che testimoni l’abbandono delle bottigliette di plastica: le immagini verranno poi esposte nell’atrio della scuola e la più originale sarà premiata. QUESTA BELLA iniziativa fa parte di un programma più ampio, su cui i giovani consiglieri lavorano già da tempo. Il giorno 12 aprile, i ragazzi del Consiglio mostreranno il loro percorso, svolto nel corso di questi due anni; organizzeranno un mercatino del riciclo; ospiteranno, nel giardino della scuola, gli esperti del WWF e del Padule di Fucecchio e i volontari del canile Hermada, con i loro stand. Sarà una bella festa, a cui tutti gli alunni dei due istituti comprensivi, riuniti insieme, potranno partecipare per riflettere sui temi dell’ecologia e del rispetto dell’ambiente.

Classi 3B, 3E

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI