Campionato di Giornalismo la Nazione

Le “4R” ci salveranno

LE TEMATICHE di tipo ambientale interessano tutti noi perché siamo consapevoli che l’inquinamento può distruggere il nostro pianeta. Il tema dell’educazione ambientale però, non riguarda soltanto l’inquinamento come tutti pensano, ma anche la salvaguardia degli animali, gli ecosistemi e le aree protette, l’uso degli OGM (organismi geneticamente modificati), le risorse energetiche e i cambiamenti climatici. I problemi principali riscontrati dagli scienziati riguardano le discariche a cielo aperto che danneggiano le falde acquifere e possono causare problemi sanitari, gli inceneritori, i disboscamenti e l’inquinamento delle acque. Ogni giorno ci chiediamo se è possibile eliminare del tutto l’inquinamento e la risposta è sì. E’ necessario, però, seguire le regole delle 4R: riduci, riusa, recupera e ricicla. Con la riduzione si ha una minore produzione di rifiuti all’origine; con il riutilizzo impariamo a riusare il prodotto più volte; recuperando valorizziamo il rifiuto per ricavare, ad esempio, energia e con il riciclo il materiale viene trasformato. La gestione dei rifiuti va riferita a principi di responsabilizzazione e di cooperazione nella produzione, nella distribuzione, nell’utilizzo e nel consumo di beni da cui originano i rifiuti. Abbiamo analizzato alcuni dati che riguardano Prato, la Toscana e l’Italia. Possiamo dire che i risultati non sono proprio incoraggianti, anche se nella nostra regione città come Prato, Pisa e Lucca hanno un tasso di riciclaggio buono. Nel 2017 la nostra città è risultata al primo posto in Toscana per il riciclo. Al primo posto per la raccolta differenziata dell’organico, al secondo della carta o cartone, al terzo del vetro e al quarto della plastica. In Italia la produzione di rifiuti nel 2015 era di 486 chili in media per abitante, ma solamente 126 chili di rifiuti riciclabili a persona. In Europa invece, si parla di 416 chili di rifiuti pro capite e 136 chili di rifiuti riciclabili a persona. Nella regione Toscana i dati parlano chiaro: bisogna migliorare. La media dei rifiuti per abitante è di 616 chili, quelli riciclati sono 126 chili. C’è un modo per azzerare i rifiuti: produrre con materiale riciclabile. Se vogliamo che l’inquinamento scompaia dalla nostra Terra, dobbiamo tutti impegnarci nel rispettare le «4R»: ovvero, riduci, riusa, ricicla, recupera. Noi a scuola ci impegniamo ogni giorno a migliorare perché la nostra scuola, il nostro quartiere, la nostra città diventino delle comunità sempre più vivibili, dove praticare questi modelli virtuosi in cui ci sia speranza per le generazioni future.

Classe 2F

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI