Campionato di Giornalismo la Nazione

“L’urlo” del XXI secolo

“L’URLO” È UN DIPINTO di Edvard Munch che, grazie alla sua efficace sintesi simbolica, divenne icona della sofferenza umana, personale e collettiva, del Novecento. Ma se venisse dipinto al giorno d’oggi, cosa griderebbe? Le cause che potrebbero portarlo ad urlare sono moltissime: il riscaldamento globale, l’abuso di sostanze stupefacenti, la violenza sulle donne, le guerre nel mondo, le violazioni dei diritti umani, la dipendenza dal cellulare, da Internet, dallo shopping, dal cibo... TRA QUESTE, il fenomeno forse più rilevante è quello della violenza sulle donne. Il femminicidio è infatti tristemente diventato sempre più diffuso anche in Italia. Con questo si intende l’omicidio volontario di una donna per motivi legati al suo genere. Le donne tra i 16 e i 70 anni che dichiarano di essere state vittime di violenza, fisica o sessuale, almeno una volta nella vita, sono circa 6 milioni. La cronaca ci parla ormai quasi quotidianamente di eventi drammatici che hanno come vittime proprio le donne, senza considerare che gli episodi di violenza, di cui veniamo a conoscenza tramite i mass media, sono pochissimi in confronto a quelli che accadono realmente. I DATI ATTUALI registrano che le donne uccise dal 2000 a oggi sono 3100, più di 3 a settimana e che nei primi dieci mesi di quest’anno in Italia le vittime di femminicidio sono state 106, una ogni 72 ore. Un altro forte grido è quello legato al riscaldamento globale. UN RECENTE studio, pubblicato dalla rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Sciences, rivela che la febbre del pianeta Terra continua ad aumentare e che solo la totale riconversione delle politiche industriali mondiali a un’economia green e sostenibile può salvare il futuro dell’umanità. La temperatura del pianeta sta crescendo e sembra molto difficile riuscire a mantenere il riscaldamento globale entro 1,5-2 gradi Celsius, come precedentemente ipotizzato. NEL GIRO di pochi decenni, superare questa soglia significherebbe avere una temperatura elevatissima e un livello del mare da 10 a 60 metri più alto di oggi. Attualmente, le temperature medie globali sono di poco superiori a 1 grado in confronto al secolo scorso e salgono di 0,17 gradi ogni decennio. Pensate che di questo passo nel 2100, a causa dello scioglimento dei ghiacciai, potremmo andare al mare persino a Milano! E il tuo Urlo, cosa grida? Con quel gesto cosa vorresti denunciare? Tutti quanti dovremmo iniziare a dipingerne uno, solo così faremmo la differenza.

Classi 3A, 3B

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI