Campionato di Giornalismo la Nazione

Caduti nella rete

IL WEB: QUANTO caos! Su questo argomento, cioè la rete informatica, abbiamo letto e discusso con i nostri insegnanti, tenendo conto dei suoi vari aspetti. Abbiamo cominciato il nostro percorso a scuola, ripercorrendo la storia di Internet e del suo sviluppo, nato dalle prime reti di telecomunicazioni. Dopo la nascita, negli anni Novanta, del lancio del World Wide Web, la popolarità di questo mezzo è cresciuta fino a diventare una risorsa molto utile. Si è trasformato in un contenitore immenso di informazioni di vario genere e qualità. Purché si abbia buon senso! Esistono siti molto utili. Come Wikipedia, che serve per documentarci e ampliare le nostre conoscenze; GoogleMaps, che utilizziamo per scoprire località sconosciute; Facebook, Twitter e Instagram che impieghiamo per incontrare nuovi e vecchi amici. Friv che ci fa giocare gratuitamente. Tutto questo è positivo, da una parte. Dall’altra, invece, l’utilizzo della rete comporta dei rischi. Intanto ci allontaniamo dalle librerie, dalle biblioteche e le nostre ricerche possono anche essere poco approfondite, le fonti poco affidabili, poi è assente il rapporto umano. Anche l’uso eccessivo dello strumento risulta dannoso. CHI NAVIGA troppo può iniziare a confondere la vita virtuale con quella reale e spesso può preferire il mondo artificiale a quello effettivo. Poi ci può essere il rischio di entrare in contatto con persone sconosciute e che possono fare del male, soprattutto a noi ragazzi. Esistono anche siti diseducativi, come pagine che invitano alla violenza o siti pericolosi, come quelli pedopornografici. A VOLTE possiamo essere vittime di hacker che, con truffe e raggiri, possono provare a estorcere del denaro. C’ è anche colui che introduce virus nella rete per creare problemi al singolo utente o all’ intero sistema. Nonostante tutto però, come testimoniano i rapporti Audiweb, gli italiani, grazie agli smartphone, sono sempre più connessi, abbandonano la carta stampata, leggono le informazioni e le notizie in rete, talvolta senza verificare la fonte. Ci sono anche dei lati positivi. Come la possibilità di guardare programmi televisivi in diretta, le partite di calcio, acquistare prodotti, lavorare rimanendo comodamente a casa. Le aziende, tramite e-mail, possono comunicare tra loro con facilità o pubblicizzare i propri prodotti. Tutto ciò ci deve fare riflettere sul fatto che bisogna stare attenti e non abusare degli strumenti che la tecnologia ci offre. In altre parole, Internet sì, ma con prudenza! E noi abbiamo fatto nostra una citazione di Roberto Vacca. Internet offre una ricchezza inestimabile di informazioni, conoscenza, contatti umani. È così grande che ha gli stessi pregi e gli stessi difetti del mondo reale: pieno di cose meravigliose ma anche di porcherie, cose inutili e malvagie.

Classe 2B

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI