Campionato di Giornalismo la Nazione

Sotto attacco delle nutrie!

PANICO IN CENTRO!! Le nutrie sono sempre più numerose qui a Terranuova Bracciolini. La notizia è di quelle clamorose che possono cambiare la vita di questo piccolo paese. Venerdì 28 dicembre durante il mercato settimanale che richiama da sempre numerosi abitanti della vallata girava voce della presenza minacciosa di nutrie giganti divoratrici di scorie tossiche scaricate nei torrenti circostanti Terranuova. Una signora affermava di aver visto una nutria di dimensioni straordinarie che mangiava il suo gatto. Tra i banchi del mercato molti anziani del luogo raccontavano di nutrie sempre più grandi e di disastri in città. A detta di molti, sembra che la notizia sia arrivata perfino alle autorità che hanno deciso di chiamare un gruppo di «accalappianutrie» proveniente da un paese della lontana America. Per tranquillizzare la popolazione, qualcuno addirittura affermava che esperti giunti dalla Bielorussia esaminando il corpo di una nutria avrebbero scoperto la presenza di un batterio proveniente da sostanze chimiche di cui le nutrie si sarebbero cibate. Al mercato un signore, tra scherzo e verità, parlava anche di una nutria lanciatasi con il paracadute proprio sulla piazza. Credereste ad una notizia del genere? CI SONO MOLTI modi per diffondere false notizie nell’opinione pubblica oppure in gruppi chiusi di persone: lettere anonime, una confidenza al bar, il mercato, una fotografia ritoccata e pubblicata su un giornale, un post su Facebook. Noi ragazzi della prima C abbiamo voluto ascoltare più fonti e vederci chiaro. A FINE INDAGINE, abbiamo scoperto la falsità di questo fatto ed abbiamo deciso di soffermarci più accuratamente sulla potenza delle fake news. Piccoli pettegolezzi passando di bocca in bocca possono diventare un’arma terribile e creare grandi illusioni e paure ingannevoli per un intero paese. E allora ci siamo domandati: le fake news sono pericolose? Sì, le fake news possono essere estremamente pericolose. Le false notizie cambiano la percezione della realtà e influenzano le opinioni delle persone. Oggi in rete le masse di utenti si comportano esattamente come la folla di una piazza, dove si rischia di restare preda di istinti irrazionali e terribili. Sul web non c’è più un’autorità che ci dica se una cosa è vera o falsa, o meglio l’unica autorità è il web stesso. Come un tempo si sosteneva «l’ho visto in televisione, quindi è vero», così oggi si dice «l’ho letto su internet, dunque è vero ». Abbiamo concluso che occorre consultare siti autorevoli e diffidare di notizie distorte in modo molto esagerato dai titoli spesso altisonanti.

Classe 1C

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI