Campionato di Giornalismo la Nazione

Vernacolo o verna-‘call’?

AL GIORNO d’oggi Whatsapp è il metodo più usato per comunicare tra noi ragazzi e non solo, dato che anche tra gli adulti sembra essere il sistema per scrivere tra di loro, ma soprattutto per..controllarci. Continui avvisi dei messaggi delle mamme, che poi in realtà sono solo per sapere dove siamo, con chi e a che ore torniamo..il trillo del messaggino in arrivo allora viene prontamente silenziato. Inoltre i genitori ci riprendono in continuazione perchè stiamo sempre a spippolare sul cellulare, ma loro non si vedono? Detto questo, passiamo a farvi leggere come si scrive una qualunque ‘ciatte’ tra noi ragazzi di Siena, per un qualsiasi banale motivo che può essere dall’ invito a un compleanno a organizzarsi per andare il pomeriggio a fare una giratina per il corso o per chiedere i compiti d fare per scuola. Il risultato è quasi sempre una gran confusione, perchè tutti vogliono dire la loro, c’è chi se ne ha a male se la sua idea non viene pressa in considerazione e si arrabbia ,quindi o se ne va o riesce a litigare anche in ‘ciatte’. E adesso tutti pronti per entrare in una vera ‘ciatte’ senese. Pietro.. sta scrivendo a Leonardo.. spunta blu.. «O Pietro che fai?» «Cheddì che fo..so’ qui a casa.. ho finito di mangia’ e ora provavo a fa’ i ‘ompiti, poi c’ho da anda’ all’allenamento..a proposito che c’è da fa’ di inglese?» «O Leo, chi se lo riorda. Ma un c’hai guardato su Nuvola?» «Sie meglio,sai che fo? Chiappo e scrivo alle citte, loro lo sanno di si’uro vai» Leonardo sta scrivendo a Sofia. «O Sofi, ciao..che fai? Ma che c’è daffa’ pe’domani?» Spunta blu..Sofia sta scrivendo «O macchevvoi! Che avete? m’ha belle scritto Pietro..ma un ce l’avete Nuvola?» «Dio Bono nini ‘ome sei lezza ! Si voleva i compiti poi si diceva di andà in su piu tardi» «Allora lo dico anche a Tizi, Cate, Gingi, Eli e Sara». «Diamine ti pareva di un avelle tutte dietro. Ciao ci si trova pel corso». Sofi scrive a Elisa «Eli, tvtb, dp si va x il corso?» Spunta blu, Elisa scrive: «Ciaoooo Amoreee, sisì vengo ankio! Ttt le altre anke? Si va da tezenis xkè compro un Pgama oky?» «oky a dp». Pietro e Leo si riscrivono . «O pietro, ma quella..è d’un acido porta via». «Quella chi? Se un me lo dici come fo a capì chi è». Sofia. «Gli ho chiesto i compiti poi gli ho detto che si andava a giro e lei vòle dillo alle su’ ami’e strulle» «O Pietro, ma te un l’hai capi’o si o no che un gli garbi punto. Poi vai anche a chiedegli i ‘ompiti.. almeno vacci a casa sua, noo?» «Vabbè Leo, sai che si fa? Si sta da noi si piglia e si va a mangià il ciaccino da Poppi. Gnamo vai, bona , cisi»

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI