Campionato di Giornalismo la Nazione

Male… educazione: giù il muro

LA NOSTRA scuola abbatte da anni i muri che non consentono interazione e integrazione; nell’anno in corso abbiamo abbattuto il MURO della MALE… EDUCAZIONE. Le forme di male…educazione sono presenti in molti ambiti dal linguaggio allo stare a tavola. Le attività sono state realizzate nei mesi di novembre e dicembre e hanno partecipato tutti gli ordini scolastici. Il progetto è stato diviso in varie fasi operative e noi ragazzi siamo stati impegnati in laboratori artistico- espressivi, coreutici e studio del territorio, dal punto di vista storico e delle tradizioni locali, con particolare riferimento al carnevale storico della Mea. In seguito sono state prodotte coreografie, drammatizzazioni e canti per uno spettacolo unico dove il passato e il presente, attraverso le arti espressive, si sono incontrati per superare insieme il DISVALORE e la MALE- EDUCAZIONE. E’ stato un momento magico che ha scaldato il cuore perché noi pensiamo che con la cooperazione tra ordini scolastici si possa abbattere anche un muro così complesso come quello della MALE…EDUCAZIONE. MOMENTO MAGICO quello del 22 dicembre, allietato anche dalla presenza dei mercatini organizzati dai genitori che all’interno della galleria Dei del Tannino di Bibbiena Stazione hanno reso ancora più accogliente il pomeriggio. LA GALLERIA costruita vicino alla torre del Tannino, parte dello stabilimento industriale «Industrie Tanniniche» nato negli anni Venti e utilizzato per gli estratti tannici per usi industriali derivante dal castagno e utilizzata per la produzione del cuoio, non è più presente, ne rimane solo la torre, ma fino al 1956 per la vallata casentinese è stata una delle più importanti attività economiche. Ha creato emozione anche il pomeriggio di inaugurazione del progetto dove sono stati presentati negli spazi della Coop del Casentino tutti i pannelli prodotti dai vari ordini scolastici per abbattere il muro, le produzioni sono state esposte dal giorno dell’inaugurazione al 14 gennaio e hanno affrontato tematiche diverse riguardanti la male..educazione. La presentazione dei pannelli è stata supportata da letture e commenti relativi all’argomento dai ragazzi della scuola che fanno parte del consiglio comunale. Le riflessioni di questo pomeriggio (19 dicembre) sono stati spunto di confronto e meditazione perché dalla buona educazione nasce un raggio di luce che rende gli uomini migliori, difatti Giuseppe Mazzini sosteneva che: «L’educazione è il pane dell’ anima».

Classe 1A

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI