Campionato di Giornalismo la Nazione

Fraternité: ragazzi insieme

FINALMENTE i ragazzi francesi di Blanquefort, cittadina nei pressi di Bordeaux, anche quest’anno sono arrivati nella nostra scuola per condividere un’intera settimana con noi. 1206 km (almeno, così dice Google maps): è la distanza che il gemellaggio Raffaello – college Dupaty è stato in grado di azzerare. Si è iniziato a prendere accordi per la sua realizzazione già dall’anno scolastico 2013/14, ma solo nel 2016 si è realizzato il primo viaggio di scambio. I partecipanti sono andati aumentando di anno in anno, a testimonianza del successo riscosso. La finalità principale è la nostra crescita tramite l’educazione alla comprensione ed all’accettazione delle diversità. Inoltre, viaggiare e conoscere bellezze e tradizioni delle rispettive regioni favorisce lo sviluppo in ogni senso di tutti noi studenti. Ne escono migliorati anche l’insegnamento del francese in Italia e dell’italiano in Francia. Però, come si organizza e come funziona il gemellaggio? I «GEMELLI», prima della partenza, entrano in contatto tramite lo scambio di corrispondenza o grazie ai social, ma è solo con il loro arrivo e la loro permanenza in famiglia che si entra nel vivo dello scambio. Il programma prevede sia una visita accurata al nostro centro storico e alle sue bellezze artistiche, sia gite ad altre città della Toscana, come Firenze, Lucca e Siena; ma è soprattutto durante le ore trascorse in famiglia e nelle classi che si realizza il vero scopo, il confronto che arricchisce entrambi. La sera prima di vedere i coetanei francesi, soprattutto noi ragazzi di seconda, eravamo sia ansiosi che impazienti. Eravamo curiosi di conoscere le loro tradizioni e abitudini, ma soprattutto il loro modo di relazionarsi, dal momento che effettivamente eravamo estranei, a differenza dei ragazzi di terza che già lo scorso anno li avevano incontrati e conosciuti. Ora che gli amici francesi sono arrivati le nostre perplessità si sono sciolte come neve al sole. Si sono rivelati simpatici, estroversi e comunicativi (almeno, la maggior parte), si sono ben adattati al nostro ambiente sia familiare che scolastico, hanno apprezzato la nostra cucina e condiviso gran parte dei nostri interessi sia musicali che sportivi. Il tempo speso insieme è diventato un’esperienza di formazione importantissima e le foto scattate resteranno a testimonianza di questa fantastica opportunità, che il prossimo anno replicheremo andando noi in Francia per la consueta alternanza. Per l’esperienza ringraziamo la nostra professoressa Raffaella Maglione di francese, tutto il personale scolastico che ha reso possibile il progetto ed i docenti del college Dupaty di Blanquefort.

Classi 2C, 2D

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI