Campionato di Giornalismo la Nazione

Ambiente, come salvarlo

LA PAROLA ambiente deriva dal latino ambiens, ovvero andare intorno, circondare (enciclopedia Treccani), quindi l’ambiente è tutto ciò che ci circonda, per questo diventa fondamentale non inquinarlo e preservarlo. Ma come fare? Anche dei piccoli gesti da parte nostra possono fare la differenza! Fare la raccolta differenziata, non gettare rifiuti ovunque, mangiare meno carne. Gli adulti potrebbero usare più mezzi pubblici o meglio ancora biciclette. In questo anno scolastico la nostra classe 3M ha incontrato il dottor Verdone, medico veterinario dell’Asl che, con il suo progetto ‘Il mondo e gli altri animali’, ha parlato molto del rapporto tra uomo e ambiente e ci ha portati a riflettere. Sono stati affrontati i temi dei danni causati dalla deforestazione della foresta amazzonica. Qui gli alberi vengono tagliati a ritmi incredibili, non solo per utilizzare il legname, ma anche per coltivazioni varie. Si calcola che circa l’80% di tutta la deforestazione di questa parte del mondo sia causata dal settore dell’allevamento incentivato dalle produzioni internazionali di carni bovine e di cuoio. Dal 1970 ad oggi, circa il 91% dei terreni disboscati sono stati convertiti in allevamento di bestiame e il rimanente per la produzione meccanizzata di soia, mais e palma. Le feci provenienti da tanti animali concentrati in piccoli spazi causano inquinamento delle falde acquifere, produzione diretta e indiretta di gas serra, inoltre il suolo si degrada e si ha un eccessivo sfruttamento delle risorse idriche. La classe poi ha affrontato i problemi relativi all’ inquinamento del nostro mare. Grazie ad un incontro con il maresciallo Guarino della Capitaneria, abbiamo parlato di tutela dell’ambiente marino- costiero con particolare riferimento alle funzioni della capitaneria di porto in materia di vigilanza e controllo e delle principali fonti di inquinamento marino e le buone pratiche da adottare ai fini della sostenibilità ambientale. ABBIAMO visto come possono essere rintracciate le navi che sversano liquidi inquinanti nel nostro mare. Le nuove tecnologie in questi casi sono di aiuto alla natura. Grazie infatti a satelliti artificiali per telerilevamento si può osservare un cambiamento di colore dell’acqua che rivela lo sversamento di sostanze inquinanti. La natura non può essere considerata «come qualcosa di separato da noi o come una mera cornice della nostra vita. Le ragioni per le quali un luogo viene inquinato richiedono un’analisi del funzionamento della società, della sua economia, del suo comportamento, dei suoi modi di comprendere la realtà ». ‘Laudato sì’ (prima enciclica sull’ambiente) Papa Francesco.

Classe 2M

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI