Campionato di Giornalismo la Nazione

Firenze smart city

SMART CITY, ovvero la città intelligente, è un progetto ecologico per sfruttare al meglio, con l’aiuto delle tecnologie digitali, le risorse energetiche, promuovendo l’uso di energie sostenibili e alternative per le più comuni attività quotidiane. Le città smart promuovono, ad esempio, l’uso domestico dei pannelli solari, forniscono punti di accesso a internet, wi-fi pubblico, edifici a basso impatto ambientale e reti intelligenti per l’illuminazione cittadina, che consentono di risparmiare energia e ridurre i costi della luce. ANCHE Firenze ha piano smart che, tra le altre cose, prevede: la realizzazione di tre linee di tramvia, nuovi autobus con motori Euro 6, 118 postazioni di ricarica elettrica per il car sharing, 250 postazioni “intelligenti” per la raccolta differenziata, già installate dalla Quadrifoglio. Firenze, inoltre, ha già attivato il progetto smart lighting alle Cascine, dove l’illuminazione e i semafori funzionano con luce led. La nostra è, tra l’altro, tra le poche città in Italia con un programma di smart parking. Ma affinché il piano smart possa raggiungere i risultati sperati è necessario che anche i cittadini, nella loro quotidianità, si comportino in maniera “intelligente”. Da un sondaggio rivolto a una parte delle famiglie della nostra scuola è risultato che non sempre è così. Contrariamente ai nostri pronostici, infatti, il 71% degli intervistati dichiara di non aver mai fatto uso dei servizi per la mobilità alternativa. INOLTRE, quasi tutti gli intervistati utilizzano mezzi propri per recarsi a lavoro o a scuola e la maggior parte dei veicoli privati sono ancora a benzina. In realtà, sarebbe importante lasciare a casa la macchina quanto più possibile per diminuire il monossido di carbonio che respiriamo a causa degli scarichi delle auto. Questo “assassino invisibile” è talmente leggero che si mischia con l’aria ed è la causa di tantissime malattie mortali. Speriamo si diffonda sempre di più l’uso del bike e del car sharing e che la nuova tramvia incentivi i cittadini a sfruttare i mezzi pubblici. C’È COMUNQUE un dato positivo da rilevare e cioè che la maggior parte delle famiglie fa la raccolta differenziata, soprattutto a casa (96%) e a lavoro (78%). Una buona pratica di quasi tutti gli intervistati è, inoltre, il riciclaggio degli abiti in disuso. Solo integrando i progetti ecologici pubblici con le buone pratiche dei cittadini Firenze sarà davvero una città smart.

Classe 2D

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI