Campionato di Giornalismo la Nazione

Tradizioni & genuinità

BASTA FARE un po’ di zapping in TV per renderci conto che oggi il tema dell’alimentazione suscita grande interesse non soltanto per quello che riguarda dieta salute, ma anche per abilità e fantasia nelle preparazioni culinarie. Ci siamo chiesti come si mangia da noi ed abbiamo cominciato a indagare nel nostro territorio alla scoperta dei prodotti locali, dei piatti della tradizione, delle ricette e delle curiosità legate al cibo . La tradizione della nostra cucina umbra, si basa sui frutti della terra e sulla carne, la cui qualità è legata alla fiorente attività di allevamento. TALI PRODOTTI sono usati sia nelle grandi occasioni che nel menù quotidiano. Il frequente uso di legumi e cereali dei nostri piatti deriva dalle civiltà umbre e romane che abitavano i nostri territori. I ricchi sapori della gastronomia locale provengono dalla genuinità e dalla freschezza dei prodotti delle campagne circostanti. La pianura è il luogo ottimale per la frutta e gli ortaggi, mentre la mezza collina è l’habitat ideale per la coltivazione dell’ulivo e della vite. Sulla nostra tavola abbondano piatti che hanno le loro origini nella cultura contadina e si distinguono per i sapori e la varietà dei prodotti del territorio. GLI ANTIPASTI sono prevalentemente composti da bruschette: all’olio, al pomodoro, ai fegatini, al tartufo, alle olive; da saporiti salumi: prosciutto, salami, salsicce secche, capocollo; da ottimi formaggi: pecorino, ricotta, caciotta, serviti con miele e marmellate particolari. I primi piatti offrono una vasta scelta di pasta fatta a mano: tagliatelle al sugo d’oca, tagliolini in brodo, strangozzi con il tartufo, fagioli e cotiche, la minestra di ceci e l’imbrecciata (legumi misti). Seguono le grigliate miste e gli arrosti con contorni di verdure fresche o cotte e ripassate in padella. Tra i dolci troviamo gli zuccherini, il torcolo, i maccheroni dolci con miele e noci, il brustengolo con farina di mais, la ciaramicola e le crostate. NEL PERIODO pasquale si prepara e si consuma la Torta di Pasqua, una torta al formaggio soffice e saporita, accompagnata con salumi e uova sode benedette. Si potrebbe aggiungere l’ottimo olio e la grande varietà dei vini, tra cui il vin santo. Dalla nostra indagine risulta che la salute passa attraverso un consumo consapevole ed attento alla qualità ed alla quantità del cibo che consumiamo. In un mondo invaso dal fast-food, dal cibo ipercalorico, precotto, preconfezionato e di dubbia origine, torniamo a scoprire ed apprezzare la cucina delle nonne e la semplicità dei prodotti che il territorio ci dona.

Classe 3A

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI