Campionato di Giornalismo la Nazione

Dove nasce l’eccellenza

 

CERTE VOLTE non è necessario andare lontano per scoprire cose nuove e interessanti: è ciò che è accaduto in due occasioni a noi ragazzi della scuola media di Pantalla, sede staccata della Cocchi – Aosta di Todi. Noi alunni della classe II G ci siamo recati con i nostri insegnanti a visitare il Parco Tecnologico Agroalimentare 3 A, che ha sede proprio vicino alla nostra scuola. COME ABBIAMO scoperto, si tratta di un ente che da oltre venti anni si occupa essenzialmente di: certificazione di qualità dei prodotti tipici della nostra zona, sicurezza alimentare e tutela del consumatore, ricerca e innovazione tecnologica nel campo della trasformazione e della conservazione dei prodotti alimentari, informazione e promozione internazionale dei prodotti umbri. Il parco è costituito da una struttura in muratura dove hanno sede gli uffici e i laboratori di ricerca e da una vasta area all’aperto dove si coltivano alcune varietà di piante da frutto (mele, pere, uva, ecc..,) oggi scomparse dal mercato, ma che una volta erano diffuse e apprezzate dai contadini per le loro proprietà e per il loro sapore. Uno dei responsabili di questo settore Mauro Gramaccia, che ci ha accolto e ci ha fatto da guida, ci ha spiegato che, parte del lavoro da lui svolto, è indirizzata proprio alla preservazione e ad una attenta ricerca, presso i contadini della zona, di antiche piante: da frutto, di cereali e di legumi. Tante varietà oggi non sono più coltivate per vari motivi legati alla produttività, alle moderne tecniche di coltivazione e alle richieste della grande distribuzione che influiscono sui gusti degli acquirenti: ad esempio per quanto riguarda il grano oggi è diffuso quello con il gambo più corto che non si piega in caso di temporali e che può facilmente essere mietuto con le moderne attrezzature. QUESTO LAVORO è molto importante perché consente di preservare la biodiversità delle specie che è fondamentale per la vita nel nostro pianeta, infatti alcune piante, oggi non più in commercio, possiedono proprietà nutritive e curative una volta conosciute e utilizzate, ma oggi dimenticate. Per esempio si è scoperto che il grano coltivato oggi, essendo più ricco di glutine, ha maggiore probabilità di far sviluppare la celiachia, rispetto al frumento coltivato nel passato, così come molte varietà di frutta ad esempio le mele sono particolarmente adatte a sopportare i cambiamenti climatici e possiedono proprietà per prevenire alcuni disturbi.

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI