Campionato di Giornalismo la Nazione

Ecco il market del futuro

A SCUOLA abbiamo molto discusso su come sono costruiti e organizzati i supermercati oggi e come li immaginiamo nel futuro. La nostra è una società consumistica, la pubblicità ci spinge ad acquistare molti prodotti che a volte sprechiamo e pensando che il mondo del futuro avrà bisogno di molto cibo ed energia è nata l’idea di progettare un supermercato che non sprechi nulla. Se parliamo di modifiche un po’ incredibili ora ma possibili forse col passare del tempo…ci piacerebbe rivoluzionare tutti i supermercati del mondo per fare in modo che non si sprechi più niente. I supermercati avrebbero la forma di una cupola tutta di vetro impermeabile e resistente così che possa far passare molta luce durante il giorno. QUANDO scende la notte il vetro diventerebbe bianco perché trattato con una speciale vernice e da terra uscirebbero molte lampadine che riflettono la luce sulla cupola e così la luce sarebbe più intensa. Avevamo detto niente sprechi …così le lampadine sarebbero alimentate da grandissimi pannelli solari posti a fianco delle cupole. Questi pannelli alimenterebbero le porte di entrata e di uscita, i frigoriferi, le casse e d’inverno servirebbero per riscaldare la cupola. Questo «Futuristic Market» dovrebbe essere dotato di particolari carrelli che rispondo al nostro comando… immaginatevi di non dover più spingere, ma semplicemente dire” Vai a destra” “Vai a sinistra”… e ogni cliente possa usufruire di un computerino che ti informa dove sono i prodotti e quanto costano. Sarebbe importante che, quando non arriviamo a prendere un prodotto, il pavimento si alzasse (al comando “su”) così da farci arrivare a prendere il prodotto senza fatica. Infine per non sprecare il cibo o qualsiasi altra cosa si compri. Dietro la grande cupola ci sono cinque mini fabbriche della stessa forma che producono frutta e verdura a Km 0 e trasformano i prodotti in eccesso. Tutto viene trasportato da una rete di rulli alimentati da pannelli solari che portano i prodotti nelle loro corsie per evitare gli sprechi.

Classi 1C, 2C

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI