Campionato di Giornalismo la Nazione

Dichiarazioni d’amore 2.0

ALCUNI ragazzi non riuscirebbero a vivere un solo giorno senza il telefono, o meglio, senza connessione. Ogni ragazzo ha il suo modo di adoperarlo. Per esempio per fare nuove amicizie o contattare i propri amici, per scoprire le novità e le tendenze, per conoscere le personalità e le emozioni di ogni persona. Nel mese di febbraio abbiamo realizzato un’intervista su un campione di 100 persone (tra gli 11 e i 14 anni), cercando di capire quanti fossero realmente iscritti a dei social network e, parallelamente, abbiamo indagato sulle modalità di stringere amicizia e se ciò accada maggiormente via internet o di persona. È emerso che circa il 74% dei ragazzi è iscritto ad un social network ed il più usato risulterebbe essere ‘Instagram’, piattaforma tramite la quale è possibile scambiarsi dei messaggi o filmati dove chi ti segue può osservare cosa stai facendo in quel preciso momento. Ma come comunicano prevalentemente i giovanissimi? Dall’indagine emerge che man mano che crescono tendono a cambiare le proprie abitudini per quanto riguarda il modo di comunicare con i coetanei; il 91% dei ragazzi di 11 anni ha dichiarato di comunicare maggiormente di persona con i propri amici mentre invece la percentuale si abbassa al 78% per i quattordicenni. Ma cosa influenza questo fenomeno? Sicuramente questo fatto è strettamente legato al possesso di uno Smartphone, poiché dai risultati risulta che 8 ragazzi su 10, già in prima media, hanno un cellulare. Il 100% si raggiunge infatti in terza media, quando tutti hanno un telefono e di questi quasi la totalità è iscritta ad almeno un social. A conferma di questa tendenza a spostare la comunicazione verso il canale virtuale, c’è anche un altro dato curioso; tra le varie domande è stato chiesto come gli adolescenti si comportano in caso di una ‘dichiarazione d’amore’. A 11 ANNI solo un ragazzo su cinque confessa i propri sentimenti virtualmente passando invece a tre su cinque all’età di 14 anni. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare però circa la metà degli intervistati ha affermato di aver spedito almeno una cartolina o una lettera cartacea. Nonostante molti pensino che i giovani comunichino solo attraverso i social e stiano sempre attaccati ad uno schermo, ancora molti adolescenti fanno amicizia con una stretta di mano. In questa generazione è inevitabile che una grossa porzione delle nostre relazioni siano virtuali, ma abbiamo constatato che il piacere di passare del tempo con degli amici mettendo da parte il telefono non è scomparso.

Classe 2B - Tutor: Aurora Finocchiaro

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI