Campionato di Giornalismo la Nazione

Il giornale a scuola

IL PROGETTO: «I Media alle Medie» è nato nei primi mesi dello scorso anno scolastico, da un’idea lanciata dai nostri fidati e insostituibili collaboratori Nicola e Riccardo (che nella vita reale sono due educatori) e accolta con entusiasmo dal dirigente scolastico e dagli insegnanti (in primis dalla prof di tecnologia). Questa iniziativa è stata ideata per far partecipare tutti gli alunni all’attività didattica: chi di noi è più avanti a scrivere o a impaginare insegna ai compagni che sono rimasti un po’ indietro, redigiamo articoli per il giornalino scolastico divisi in piccoli gruppi spesso nelle ore di Lettere, abbiamo scelto con un sondaggio il titolo: «#fateciuscire» perché si capisse subito il nostro spirito un po’ ironico e scanzonato. Scriviamo su temi di attualità, di libri, di cinema di scuola, di cucina ma anche di videogiochi e di sport, parliamo di argomenti che ci appassionano ed esprimiamo liberamente le nostre opinioni; discutiamo sui massimi sistemi e un minuto dopo di argomenti molto più leggeri e divertenti, facciamo sondaggi sui libri preferiti, sull’assegnazione dei premi Nobel ma anche su cose molto futili. LE CLASSI Terze si alternano nell’impaginazione del giornalino creando una vera e propria redazione che sceglie fra i numerosi testi svolti da tutte le classi della scuola. In questo lavoro siamo aiutati, supportati e sopportati da educatori e prof che non si stancano mai di ascoltare le nostre assurde idee. Questa è anche un’occasione per socializzare, ridere e scherzare, scambiarci qualche suggerimento, usare l’aula di informatica ma anche per scrivere, leggere, imparare cose nuove. L’anno scorso abbiamo collaborato con il giornale locale «QuiCastelnuovo », che ha dedicato un po’ di spazio ai nostri articoli; cogliamo l’occasione per ringraziare il signor Andrea Cavanna che ci ha insegnato ad utilizzare i programmi di impaginazione e la direttrice: Elena Marchini, che ci ha svelato i segreti del mestiere di giornalista. La nostra classe, considerata la peggiore dell’istituto (anche se con un grande potenziale!!!), ha scritto moltissimi articoli e ha impaginato il giornalino scolastico per prima quest’anno, coordinando il lavoro delle altre classi. Il piacere di scrivere, di leggere e di confrontarci con i nostri coetanei ci ha portati a partecipare al concorso: Cronisti in classe, avremo così l’opportunità di sfogliare tutti insieme lo stesso giornale e di scegliere ogni giorno di commentare e approfondire gli avvenimenti più interessanti.

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI