Campionato di Giornalismo la Nazione

Tutti pazzi per la “filosofia”

ARIA DI NOVITÀ alla scuola media «Dante Alighieri» di San Sisto. La civetta di Minerva, simbolo di saggezza e della filosofia, è arrivata in volo contagiando tutti e scatenando un desiderio: andare... alla ricerca del pensiero. Una «mission impossible», che é diventata realtà ed ha coinvolto tutti i ragazzi dell’Istituto. Aristotele, Socrate, Kant, giganti del pensiero, hanno guidato il lungo viaggio che ha condotto gli alunni fino ai concetti di utopia e distopia. Gli studenti delle classi prime hanno scoperto l’etica, la scienza dei valori, attraverso il simbolismo delle favole. LE CLASSI seconde, hanno analizzato la logica, indagando il filo logico dei discorsi, delle frasi ed i sillogismi, giocando sulla struttura della proposizione affermativa e negativa. Le classi terze si sono occupate della metafisica, che ipotizza l’origine del mondo e dell’uomo, e della politica, che ha per oggetto l’organizzazione della vita sociale delle persone. I temi affrontati, i brani letti hanno coinvolto i ragazzi e suscitato interrogativi, riflessioni, dibattiti. UNO TRA TANTI: «Qual è lo scopo della vita dell’uomo? Le risposte sono soggettive e molteplici, ma, il pensiero dei grandi filosofi é stato illuminante: Si vive per ricercare l’amore, la felicità... ma, soprattutto la verità, la quale ha uno scopo ben preciso: la ricerca del bene, che é un bene comune, perché non viviamo da soli, quindi,per dirla con Aristotele : «occorre passare dall’ io al noi». MA LA VERITÀ ha anche molti nemici, tra cui il dogmatismo e il relativismo. I dogmi segnano dei limiti, sono principi a cui si deve credere anche se non sono dimostrati. IL RELATIVISMO impedisce, invece, la ricerca della verità, basandosi sul principio che ogni verità è relativa a qualcosa e non ne esiste una assoluta. Riscoprire il valore della parola e del ragionamento é indispensabile per avere un pensiero libero! «Non seguite i padri, fermatevi in tempo, scalate senza paura della fatica dell’ignoto; il mare è dietro ai monti. Poi lasciate gonfiare le vostre vele al vento… (A. Ubaldi)».

Classi 3A, 3C, 3E

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI