Campionato di Giornalismo la Nazione

Zeffirelli, regalo a Firenze

E’ PER VOLONTÀ di Franco Zeffirelli che nasce la Fondazione “Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo” inaugurato nei locali dell’ex Tribunale di Firenze in Piazza San Firenze il 31 Luglio scorso. Il suo scopo è la conoscenza dell’ arte del cinema italiano e straniero dal dopoguerra ad oggi. Il Centro si occupa tra l’altro, di seminari e corsi di perfezionamento che riguardano il mondo del teatro, dell’opera lirica e del cinema. La Fondazione è stata dichiarata per Statuto “di particolare interesse storico” da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il Museo si trova al primo piano del Complesso di San Firenze ed ospita oltre trecento opere di Zeffirelli fra bozzetti di scena, disegni e figurini dei costumi, collezionati e custoditi per quasi settant’anni di carriera internazionale. Entrando nel Museo il percorso si presenta cronologicamente suddiviso nella successione delle sale in “Teatro di prosa”, “Opera in musica” e “Cinema”. Secondo questo percorso si possono ammirare allestimenti teatrali e produzioni cinematografiche che riportano le tappe principali della carriera artstica di Zeffirelli. Alla mostra permanente si affiancano esposizioni temporanee. Oltre a quelle dedicate a personalità artistiche autorevoli spesso si possono trovare anche mostre temporanee di soggetti teatrali e cinematografici sviluppati proprio dal Maestro. Attraversando il piano terra del Complesso invece, incontriamo la Sala della Musica che, originariamente era l’ Oratorio del complesso dei Padri Filippini dove troviamo l’assunzione della Vergine di Giuliano Traballese del 1775. Andando oltre si incontra la Sala della Biblioteca, un patrimonio di inestimabile valore culturale aperto al pubblico. Circa diecimila volumi di letteratura, storia, religione, musica, cinema, teatro, moda, costume, fotografia e arte, sono collocati a scaffale, sulla base di un sistema funzionale che rispecchia la suddivisione per argomenti scelta dal regista. ALTRO spazio interessante da visitare è la Sala dell’Archivio della Fondazione, ricchissima sia per la quantità che per la tipologia dei documenti. Qui è possibile trovare ogni tipo di materiale inerente le varie fasi di sviluppo di ciascun progetto. L’ultimo spazio è dedicato alla didattica, l’aula è disposta lungo un corridoio nella parte centrale del piano. L’inaugurazione del centro dunque per conservare nella città di Firenze il patrimonio della vita artistica del grande Maestro ma sopratutto per trasmettere ai giovani i segreti di un’esperienza straordinaria. La città ringrazia con oltre tremila visitatori in coda per visitare il Centro all’open day dell’ottobre scorso.

Classe 5A

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI