Campionato di Giornalismo la Nazione

“Pianto antico” del lavatoio

C’ERA UNA VOLTA un vecchio lavatoio a Massarosa, in via Polla del Morto. O forse no? Nessuno se ne curava più, nessuno ne era più certo; storia e leggenda ormai si confondevano in un lontano e nebuloso passato fatto di ricordi sbiaditi. UNA MATTINA come tante, mentre riempivo le bottiglie con l’acqua fresca della fontana, sentii un rumore, un lamento debole e lontano nel silenzio della campagna. MI VOLTAI di scatto, sorpreso e spaventato, incerto e curioso, e chiesi a voce alta: “Chi è? C’è qualcuno?”. Nessuna risposta. Continuai a chiedere e, ad un certo punto, una voce delicata mi disse: “Sono io, il lavatoio!”. Pareva stesse piangendo, mentre una goccia d’acqua scendeva dal canale per andare a cadere dentro la vasca, come una lacrima. “PERCHÉ PIANGI?” Chiesi. “Sono un vecchio lavatoio, con più di cento anni di vita, solo e abbandonato. Tutto sporco, coperto di erbacce e sassi. Nessuno più si ricorda di me. Ecco il perché!”. Una breve pausa e subito riprese. “Tanto tempo fa, al contrario, in questo luogo venivano in tanti a lavare i panni, tutti i giorni, mattina e sera. Ero sempre in compagnia, le donne giungevano da ogni parte del paese per incontrarsi qui, strofinavano i panni e parlavano tra loro, ero un punto di ritrovo, sapevo ogni notizia bella e brutta che accadeva, accoglievo gioie e dolori, paure e desideri, sogni e realtà. In estate anche i bambini venivano a fare il bagno e l’aria, calda e profumata, era colma di risate, voci urlanti e odore di sapone. Ormai sono vecchio e, come tutte le cose di una certa età, sono stato messo da parte e dimenticato, spogliato del valore che avevo un tempo”. A SENTIRE quelle parole la malinconia mi travolse, ma, ancora più insistente, una domanda sorgeva nella mia mente: “Perché non recuperare il vecchio lavatoio? “. DAL PENSIERO ai fatti il passo fu breve: carta e penna e, in men che non si dica, ecco un progetto per far tornare “vivo” quel vecchio lavatoio. Proposta approvata! Un gruppo di ragazzi, genitori, nonni e insegnanti si è recato in quel luogo abbandonato, ha tolto erba e sassi, ha ripulito le tubature e attivato la condotta dell’acqua, spalancando così il coperchio di quello scrigno ricco di tante vite da raccontare. Alla fine della storia, ripartiamo dall’inizio: “C’era una volta un vecchio lavatoio, a Massarosa, in via Polla del Morto... E oggi rivive... felice e contento!”. IN QUESTO MODO, con la nostra fantasia, vi abbiamo raccontato come è stato ripristinato l’uso del vecchio lavatoio a Massarosa.

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI