Campionato di Giornalismo la Nazione

L’arte fa bene all’anima

AISHA ha 11 anni e gli occhi sempre un po’ tristi. Non va bene a scuola e nel corso dell’ultimo anno la famiglia non ha mai partecipato a un evento culturale; lei è andata ad una mostra solo perché portata dalla scuola. Passa molto tempo davanti alla tv e al cellulare e si dichiara poco interessata all’attualità. Francesco ha 13 anni, appare spavaldo e sicuro di sé. I suoi voti sono intorno al nove in tutte le materie. Negli ultimi mesi con la sua famiglia ha visitato musei, mostre anche all’estero, ed è andato a teatro. Si interessa all’attualità e si informa tramite internet e i quotidiani. C’È UNA RELAZIONE fra la partecipazione a eventi culturali e crescita personale? Noi ragazzi delle classi seconde della scuola media Bernardino di Betto di Perugia abbiamo cercato di scoprirlo. Abbiamo elaborato e somministrato a tutti gli alunni della scuola un sondaggio sulla partecipazione, nel corso degli ultimi dodici mesi, a una mostra, un museo, un festival musicale o della scienza o uno spettacolo teatrale. Il 18% degli alunni non ha mai partecipato - al di fuori della scuola- ad un evento culturale, il 20% solo una volta, il 38% due o tre volte, mentre il 24 % quattro o più volte. Il 51% ha gradito molto l’esperienza, il 12% si è dichiarato deluso, gli altri hanno manifestato un gradimento intermedio. La maggior parte ritiene l’arte in generale fondamentale per la propria crescita ( solo il 12% non pensa che sia importante ). CI HA COLPITO anche il fatto che sembra esserci un legame fra voti bassi e disinteresse verso arte e informazione; la scuola può aiutare le ‘Aisha’ di questo mondo anche facendo conoscere musei, mostre o spettacoli teatrali, perché crescere è anche un’arte. Certo, è comunque necessaria una sorta di ‘iniziazione’ all’arte, educando i ragazzi anche al ‘bello’, alla sua cura e al suo rispetto. PER GLI ADOLESCENTI di oggi è molto importante trovare un modo per esprimersi. Non basta portarli al museo, far studiare loro biografie e poetiche: molto probabilmente si annoiano, gli adolescenti hanno piuttosto bisogno di sentire che quello dell’arte non è un mondo chiuso e riservato a pochi eletti, ma che a ognuno è concesso di farne parte: ai giovani vanno fatte vivere esperienze artistiche. Che poi fa rima anche col regalare loro nuove emozoni!.

Classi 1B - 2B - 3B - 2A

PER VISUALIZZARE LA PAGINA CLICCA QUI