Campionato di Giornalismo la Nazione

Periferie, la scommessa

OLTRE 10 MILIONI di euro per Prato con «Primus». Il Comune ha presentato e vinto il bando della presidenza del Consiglio per finanziare piani di riqualifica urbana e di sicurezza delle periferie. Nella realtà pratese, tuttavia, le zone più esterne alla città sono di fatto luoghi in cui la tenuta sociale è molto più forte che nel centro storico. Questo perché i cittadini che abitano nelle frazioni di Iolo, Galciana, San Giorgio a Colonica, Tavola, Castelnuovo vivono il territorio come se fosse loro. Pertanto «il progetto è stato interpretato per le aree con dinamiche sociali complesse e con problemi di integrazione», precisa l’assessore all’urbanistica del Comune, Valerio Barberis . Gli interventi previsti riguardano i settori del centro storico Nord-Ovest: il Serraglio, Piazza Mercatale e le zone limitrofe a piazza San Marco, aree nelle quali si sono intensificati in questi ultimi tempi fenomeni di criminalità e di spaccio. Per far fronte a questa problematica sono già pianificati interventi di riqualifica dell’ex Marconi e di Palazzo Pacchiani con l’insediamento di uffici pubblici che consentiranno una maggiore affluenza di utenti negli orari di apertura in quel quadrante. Sarà, inoltre, potenziato il servizio del centro diurno La Pira e del dormitorio; sarà completato il restauro del Bastione delle Forche e dell’annesso magazzino che ospiterà anche caffè e ristoranti. Infine, un’attenzione particolare è rivolta al Parco fluviale del Bisenzio da viale Galileo fino a Gonfienti con collocazione di strutture ricreative con lo scopo di rendere più attrattive le sponde del fiume. Sulle periferie esistono tantissimi interventi di diversa natura che puntano soprattutto alla rivalutazione degli spazi pubblici e di aggregazione: la piazza di Iolo, Cafaggio, il parco di via Vulcano a Tobbiana. Un altro progetto è quello di portare le funzioni pubbliche fuori dal centro storico nelle frazioni. Infatti, a Galciana esiste una delle Biblioteche di quartiere più frequentata e insieme a questa si stanno realizzando le nuove biblioteche di Macrolotto 0 e di Casale. L’ampliamento della palestra della scuola Santa Gonda offrirà spazi ricreativi per anziani. «A Galciana sono previsti interventi nell’Istituto Comprensivo Gandhi, al cimitero e alla tangenziale - informa l’assessore - La logica è quella di far sì che l’intervento pubblico diventi occasione per realizzare dei luoghi che possano essere utilizzati da Associazioni di cittadini, dalla Pro Loco e dai ragazzi. Quindi, sono una molteplicità gli interventi sparsi in tutta la città e che, di fatto, vanno a definire una serie di benefici pubblici anche nelle frazioni».

Classe 2B

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI