Campionato di Giornalismo la Nazione

Una mostra in “Comune”

IL COMUNE di Ortonovo, in collaborazione con il Parco Regionale Naturale di Montemarcello- Magra-Vara, ha organizzato una mostra di pittura” Tra fiume e mare” dedicata ad Helene de Beauvoir, dall’11 al 25 febbraio. Numerose l e scolaresche dell ‘Istituto Comprensivo di Ortonovo che hanno preso parte all’evento per avvicinare gli alunni al mondo dell’arte: dai piccoli di cinque anni dell’Infanzia ai bambini della Primaria fino ai ragazzi delle “medie”. Non potevano mancare le classi 2^B e 2^C della Scuola Secondaria di primo grado dell’Istituto. Il 20 febbraio i ragazzi, accompagnati dai professori entrando nella sala consiliare, di solito grigia e buia, sono rimasti incantati davanti a una collezione di quadri tanto belli e colorati. Il prof d’arte Graziano Guiso ha fatto loro da guida, li ha accompagnati nel percorso dell’artista francese, dalla vita in Francia, al suo arrivo negli anni ‘60 a Trebiano, che era diventato un punto di riferimento della vita artistica internazionale, al modo di dipingere singolare variopinto e di grande effetto. Le opere, messe gentilmente a disposizione dal proprietario, un grande amico di Helene, lo scultore Walter Tacchini, sono tutte state dipinte da Helene nello studio dell’amata casa di Trebiano. Un chien et son maitre, L’Indifferent, Leda, Les berges s’amusent, sono alcuni dei titoli delle opere inedite, esposte per la prima volta al pubblico. I paesaggi mediterranei dai colori accesi e contrastanti sono quelli che si ammiravano dalla terrazza di casa sua: a destra il Golfo di Lerici e a sinistra la piana del fiume Magra. Tutti gli alunni, chi più chi meno, sono rimasti colpiti e affascinati, hanno osservato attentamente i particolari delle singole opere, in alcuni il viso è accennato in altri è più definito; hanno preso appunti, fatto schizzi, foto; non tutti erano concordi su quale fosse il quadro più bello. La mattinata è trascorsa velocemente, i ragazzi all’uscita avevano un’idea su chi fosse Helene, la visita alla mostra era stata sicuramente positiva ma … non era finita lì! Il prof di arte Guiso ha proposto loro di rendere “omaggio” all’artista francese “riproducendo” i quadri in esposizione, cercando di personalizzarli con la loro fantasia e soprattutto usando la tecnica dello” sgocciolamento” usata dalla pittrice. I ragazzi avevano il sorriso sulle labbra e una luce particolare negli occhi: avrebbero avuto l’opportunità di allestire una mostra aperta al pubblico nei locali della scuola con i loro elaborati e con quelli dei bambini dell’Infanzia e della Primaria: una grande soddisfazione per alunni tanto giovani!

Classe 2C

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI