Campionato di Giornalismo la Nazione

Voglio fare lo youtuber

GLI YOUTUBER sono persone normali che fanno conoscere se stessi attraverso video caricati su Youtube: parlano davanti a un microfono e a una webcam avendo in certi casi un videogioco in sottofondo. Vi sono due tipi di youtuber: il gamer e il vlogger. Il gamer posta in Rete i videogiochi, il vlogger filma la propria vita, gli oggetti che crea per poi caricarli su Youtube. La paura di ogni utente che si è creato un canale su Youtube sono le segnalazioni, perché se ne riceve più di tre il canale viene chiuso automaticamente. Perché ad alcuni canali arrivano le segnalazioni? Ad esempio perché usano titoli e copertine “clickbait”, ovvero titoli scritti per attirare l’attenzione, anche se poi il contenuto del video è diverso. Alcuni ragazzi grazie a Youtube si sono inventati un mestiere: pubblicano video e ottengono soldi che si guadagnano grazie alle visualizzazioni, ma soltanto se hanno la “partnership” e se sanno monetizzare i video. Lo youtuber più famoso d’Italia è Favij TV, che posta vlog quando va in vacanza, e molti giochi horror e ragegame. Questi ultimi sono giochi lunghi e difficili da completare, una specie di rompicapo: se sei quasi arrivato alla fine e perdi, devi ricominciare tutto dall’inizio. Lo youtuber più famoso del mondo è Pewdiepie con quasi 60 milioni di iscritti. I canali degli youtuber sono continuamente a rischio hacker; questi ultimi sono persone molto esperte di tecnologia che potrebbero hackerare i canali degli youtuber, cioè rubarglieli. Su Youtube ci sono anche persone che vanno a giudicare gli youtuber nei commenti di ogni video, senza un motivo: sono gli haters. Si tratta di persone invidiose che senza motivo insultano e dicono cose infondate sugli youtuber solo perché si sentono felici di aver fatto un torto a una persona. Lo youtuber può bloccare gli haters, i quali non possono più scrivere dei commenti, o segnalarli, pertanto non potranno mai più accedere a Youtube con quell’account. E a parer nostro è quello che si meritano. Invece gli “iscritti” sono, per così dire, gli amici fidati che ti difenderanno sempre nella buona o nella cattiva sorte. Ci piacciono gli youtuber perché sono spiritosi e ci intrattengono; a volte li guardiamo solo per sfuggire da un mondo monotono e triste o quando ci sentiamo soli. Gli youtuber sono un po’ l’ideale di persona che noi vorremmo diventare, perché viaggiano, giocano, fanno game-play e soprattutto perché prendono la vita così, come fosse veramente un videogioco.

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI