Campionato di Giornalismo la Nazione

Comunicare ieri come oggi

NELLA STORIA si sono sviluppati, e si stanno espandendo, nuovi metodi di comunicazione, per facilitare la diffusione delle informazioni. Per parlare di questo argomento abbiamo invitato a scuola due rappresentanti delle Poste Italiane che, con competenza e simpatia, ci hanno raccontato la storia delle comunicazioni. Nell’antichità la trasmissione delle informazioni avveniva per lo più oralmente. GRANDE impulso si ebbe con la scoperta della scrittura, da cui ebbe fine la Preistoria e inizio la Storia. Si inaugurò con l’utilizzo del papiro, poi con le tavolette d’argilla e la pergamena. I sistemi di comunicazione erano piuttosto arretrati, però, a loro modo, efficienti. Vi era il “corriere”, un uomo che copriva grandi distanze per portare un messaggio da una città all’altra. Il più famoso fu Filippide che corse ad Atene da Maratona per annunciare la vittoria dei Greci sui Persiani. Il piccione viaggiatore era sicuramente un sistema più veloce e meno pericoloso rispetto ai corrieri: usato per la prima volta dagli Egizi e dai Persiani, era un uccello che, lasciato libero, volava fino alla destinazione desiderata e tornava al nido. UN ALTRO sistema furono i segnali di fumo, usati principalmente per comunicare l’arrivo del nemico, una vittoria o una sconfitta in battaglia, di notte sostituiti da segnali luminosi. Si giunge all’età moderna con l’invenzione della stampa, quindi con la diffusione dei giornali e poi, a fine ‘800, con il telegrafo, che consentiva di comunicare a grande distanza, riproducendo le lettere dell’alfabeto mediante un sistema di simboli, composti da punti e linee. Si dice che già nel 1667 l’inventore Robert Hooke avesse pensato ad un prototipo meccanico del nostro telefono. Ma i cambiamenti più rapidi sono avvenuti nel giro di pochi decenni: dagli anni ’50 ad oggi sono arrivati la televisione, il computer, Internet, i telefonini, il tablet. Pensate che i primi PC occupavano, con i loro complicati congegni, intere stanze. E SI RICORDI che fino a 30 anni fa le persone lontane comunicavano tra loro con le lettere: si scrivevano a mano, si spedivano con il francobollo e venivano ricevute dopo parecchi giorni. Oggi i sistemi di comunicazione, sempre più rapidi e sofisticati, ci hanno imposto l’uso delle mail, degli sms, nonchè dei social network come Whatsapp, Facebook, Instagram, Skype… quest’ultimo in grado addirittura di istaurare una conversazione sia vocale che visiva.

Classi 2A, 2B

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI