Campionato di Giornalismo la Nazione

Inquinare meno si può?

L’EDUCAZIONE ambientale passa attraverso l’informazione e formazione delle nuove generazioni, di noi ragazzi. Si parla molto, sia in ambito scientifico sia a scuola, di rispetto dell’ambiente, di riduzione dell’inquinamento e dell’attuale stato di sofferenza del pianeta Terra. La situazione è alquanto critica se pensiamo all’effetto serra, al surriscaldamento globale, alla desertificazione, alle piogge acide, allo scioglimento dei ghiacciai. Le attività umane legate alla vita quotidiana sono tra le principali cause del verificarsi di questi fenomeni. Infatti, ogni persona ha una propria impronta ecologica che si calcola valutando l’impatto che ha il soddisfacimento dei propri bisogni sulla superficie terrestre. La superficie produttiva a disposizione dell’uomo su scala mondiale è pari a 1,8 ettari pro capite, ma i paesi ricchi hanno un consumo di risorse e produzione di rifiuti più elevata rispetto a quella dei paesi poveri. Ciò significa che il nostro deficit ecologico è colmato utilizzando la natura e le risorse di quei paesi che hanno un’impronta ecologia ancora «attiva», cioè molto bassa. È significativo il dato statistico che evidenzia come l’Italia presenti un’impronta ecologica pari a 3,8 ettari a persona, mentre quella del Pakistan è di 0,7 ettari pro capite. Nel tempo, il nostro pianeta non sarà più in grado di sostenere i consumi degli uomini e si verificherà una carenza di risorse, dato che, attualmente, per soddisfare i consumi, avremmo bisogno di una superficie pari a 3,5 volte quella realmente disponibile. Per tener fronte a questo eccessivo consumo, il nostro Comune ha attuato delle opere finalizzate alla salvaguardia ambientale, come la costruzione della nuova Scuola dell’Infanzia. Non si tratta di una scuola qualunque perché essa è stata realizzata con l’ausilio di tecnologie di prefabbricazione in legno per il risparmio energetico. L’EDIFICIO è dotato di un impianto fotovoltaico, di un impianto radiante a pavimento e di un sistema di ventilazione meccanica per il ricambio costante dell’aria, che garantiscono allo stabile un’alta efficienza di prestazioni. La bioedilizia è risultata la soluzione ottimale per ottenere un basso impatto ambientale. È da ammirare l’impegno che il Comune di Massa e Cozzile dimostra per ridurre l’inquinamento e la campagna di sensibilizzazione dei cittadini su questo tema. È importante, infatti, acquisire la consapevolezza che siamo noi cittadini che dobbiamo fare la differenza, limitando le pratiche quotidiane che incrementano l’inquinamento, perché è necessario imparare a convivere con il nostro pianeta e a non sfruttarlo sconsideratamente.

Tutor: Manuela Benigni, Elisabetta Pezzi

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI