Campionato di Giornalismo la Nazione

Novità nella scelta dei cibi

DIETA vegetariana, vegana, fruttariana, macrobiotica, biologica: «Di cosa stiamo parlando? – esclama sorpreso nonno Gigi – . Ai miei tempi si aveva sempre fame. Tutti i giorni al fuoco c’era il minestrone di verdure con il pane ammollato. Non c’era altro e si faceva finta di niente. Poche volte si mangiavano le uova; i formaggi erano un lusso, per non parlare della carne che si vedeva solo nei giorni di festa. I dolci fatti in casa sapevano di farina perché lo zucchero era caro. La mamma faceva le conserve per l’inverno con i prodotti dell’orto». Nonno, ma oggi è tutto diverso. Il concetto di alimentazione è cambiato, è in continua evoluzione. Ci sono nuovi regimi alimentari: i vegetariani escludono carne e pesce, ma usano cibi derivati come miele, latte e uova; i vegani escludono i cibi di origine animale, come latticini, miele e uova; i fruttariani consumano prevalentemente frutta, semi e verdura. La dieta macrobiotica abolisce i cibi sofisticati e predilige alimenti di produzione naturale. L’alimentazione bio si basa su prodotti derivanti dall’agricoltura biologica che non prevede l’uso di concimi chimici ma solo organici e controlla che i terreni di produzione siano lontani da fonti di contaminazione. Spesso si tratta di stili di vita nati dalla ricerca di un benessere fisico e di un equilibrio tra mente e corpo. Per alcuni è solo una moda, ma altri ne fanno una scelta etica nel rispetto del mondo animale e vegetale. In aumento i consumatori che scelgono i prodotti della tradizione locale e fanno attenzione alla stagionalità dei cibi. E’ cambiata l’alimentazione ed è cambiato il modo di fare la spesa: supermercati aperti ad orario continuato, dove si può trovare di tutto, hanno preso il posto della bottega che chiudeva per pranzo. Sempre più successo ha l’utilizzo del codice a barre, esteso alle casse dei supermercati, per rendere più veloce e autonoma la spesa. Insomma, caro nonno Gigi, la verità di questo cambiamento, in cui non ti riconosci, è che è cambiata la vita delle famiglie. Ieri la mamma cucinava, impastava, aveva l’orto e preparava il pranzo per tutti ogni giorno. Oggi gli adulti della famiglia lavorano, le giornate scorrono con ritmi frenetici, per cui si fa la spesa una volta a settimana e spesso si consuma un pranzo veloce fuori casa. In questo pluralismo di offerte alimentari abbiamo individuato alcune regole di base: essere consapevoli di quello che si mangia e prediligere una dieta varia per avere un giusto apporto di sostanze nutritive, senza privarsi di qualche sfizio. Il proibizionismo non ha mai funzionato, anche “l’arzilla” regina Elisabetta, con i suoi 90 anni, mangia di tutto con moderazione e la sera, un goccio di gin come aperitivo!

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI