Campionato di Giornalismo la Nazione

Passato, Marina, futuro

NON TUTTI sanno che prima Marina era un paese molto abitato, ma con il passare degli anni molti abitanti se ne sono andati, soprattutto per questioni di lavoro. Ai tempi dei nostri genitori Marina offriva molte più attività per i giovani: discoteca, cinema e campi sportivi. Invece negli ultimi anni queste «attrazioni» sono state abbandonate e lasciate al degrado; ora per noi ci sono solo parchi giochi. Gli anziani di Marina si lamentano dei giardini e della pineta, perché tenuti in condizioni pessime; ai loro tempi erano invece tenuti in perfetto stato. Quindi noi giovani dovremo impegnarci a non buttare i rifiuti nella pineta, infatti a volte raccogliere una carta e buttarla nel cestino non costerebbe niente, anzi farebbe molto bene alla natura e alla salute dei futuri ragazzi. La pineta di Marina fino a circa 50 anni fa veniva utilizzata per la produzione di pinoli, poi, per l’arrivo di una cimice, la produzione è stata interrotta. Al giorno d’oggi la pineta di Marina non è in condizioni ottimali, è trascurata, con un folto sottobosco incendiabile e con un alto tasso d’inquinamento. Anche a causa della cattiva manutenzione la pineta è stata incendiata facilmente nell’estate del 2012. Se fosse curata, pulita e tenuta in un buono stato sarebbe più sicura sia per gli animali che per le persone. Inoltre, se fosse risolto il problema della cimice potrebbe riniziare la produzione di pinoli. Le colonie sono delle strutture situate a Marina di Grosseto, precisamente a nord-ovest. All’interno sono piene di vetri rotti, birre, materassi e ogni tanto siringhe: sono un posto dove vanno le persone senza tetto, per dormire, mangiare o solo per ripararsi dalle intemperie. Esternamente ci sono graffiti e muri crollati e sono circondate dalla pineta e dalla spiaggia. In passato erano colonie dove andavano i bambini durante l’estate. Più tardi vennero utilizzate dagli sfrattati ed anche per altre funzioni provvisorie. Attualmente sono di proprietà privata e sono totalmente abbandonate. Delle altre strutture in zone trascurate del nostro paese sono «La Rotonda », il vecchio cinema e il ristorante di via Diaz. La vecchia Rotonda inizialmente era un bar con tanto di sala da ballo; ora è un immobile in condizioni disastrose, posto al centro di Marina, la cui ristrutturazione è ferma dagli anni Ottanta. Il vecchio cinema, situato dietro la chiesa, è proprietà del clero, attualmente è ridotto in condizioni pietose e durante la notte illegalmente ospita i senzatetto del luogo. Il ristorante di via Diaz è stato chiuso in seguito ad un incendio, ora è un edificio abbandonato e pericolante, situato dietro al circolo tennis.

Classi 1A, 2A, 3A

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI