Campionato di Giornalismo la Nazione

Giro d’Europa in 7 giorni

«È STATA una bellissima esperienza! », dice Margherita. «La più bella che abbia mai fatto!», le fa eco Giulia. «Vorrei tornare indietro per riviverla… », aggiunge Virginia. «L’Erasmus – osserva Giorgio – mi ha fatto vivere momenti indimenticabili». Questi sono i pensieri di alcuni dei ragazzi che hanno partecipato al progetto Erasmus 2016-2018, scambio culturale tra Italia, Spagna e Polonia. Grazie all’uso della lingua inglese abbiamo potuto comunicare tra di noi scoprendo mondi totalmente diversi dal nostro. I RAGAZZI stranieri delle scuole europee con cui siamo gemellati hanno molto apprezzato le bellezze culturali ed artistiche della nostra Umbria, che con orgoglio abbiamo loro mostrato, godendone noi stessi. Della visita guidata alla Domus di Properzio in Assisi ci ha colpito in particolar modo la bellezza dei mosaici perfettamente conservati, ma anche gli affreschi di alcune stanze, ricchi di dettagli. Durante la visita alla «Colonia Julia», denominazione latina dell’attuale Spello, abbiamo addirittura familiarizzato con la Legione Romana ed abbiamo avuto noi stessi l’onore di essere proclamanti «nuovi legionari», con tanto di giuramento e marcia all’interno della città. Inoltre, a seguito di un pranzo imbandito con specialità tipiche dell’antica Roma, abbiamo avuto la possibilità di vistare una villa romana ancora non aperta al pubblico. L’ultimo giorno passato con i nostri cari amici lo abbiamo trascorso nella capitale; qui abbiamo visitato il Colosseo e grazie ad un’efficiente guida ( la nostra prof. Ciancabilla), rigorosamente in lingua inglese, abbiamo scoperto tanti suoi segreti. Poiché il progetto da noi condiviso era basato sulla riscoperta della cultura greca e romana, la nostra scuola ha organizzato una gara di Trivial Pursuit, un gioco in cui gli alunni concorrenti si sono misurati nel rispondere in lingua inglese a domande di cultura generale relative al mondo classico. SONO STATE formate quattro squadre composte da ragazzi spagnoli, polacchi e italiani; di questi ultimi facevano parte, oltre a noi, gli alunni della scuola secondaria di primo grado di Petrignano di Assisi. I ragazzi ospitati hanno riportato a casa due souvenir creati da loro durante i laboratori di mosaico e di affresco, che si sono tenuti ad Assisi, dopo la visita della Domus Properziana, con l’aiuto e la guida della nostra professoressa di arte. Vorremmo ringraziare con tutto il cuore i ragazzi e i professori stranieri ed italiani per averci dato la possibilità di partecipare a questo fantastico progetto che ci ha regalato nuovi amici con i quali tutt’ora siamo in contatto e che ci mancano molto… Un’esperienza che non dimenticheremo mai!

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI