Campionato di Giornalismo la Nazione

In missione per il futuro

QUANDO siamo giovani studenti il mondo del lavoro ci sembra ancora molto lontano, ma noi quest’anno ce ne siamo invece interessati proprio perché abbiamo dovuto fare una scelta importante per il nostro futuro, ossia scegliere la scuola superiore che frequenteremo il prossimo anno. Certo non è stata una scelta facile, molti di noi non hanno ancora le idee chiare su cosa fare da “grande” e per questo abbiamo discusso molto con i nostri insegnanti, ci siamo documentati sui programmi dei vari istituti superiori, siamo andati a visitarli ed abbiamo fatto anche degli stage in queste scuole. CI SIAMO anche informati sulle attività produttive esistenti nel territorio, in modo da valutare anche le possibilità di lavoro futuro. In questa nostra “ricerca” abbiamo scoperto che oltre ad industrie ormai consolidate da anni nel nostro territorio, da pochi mesi si è insediata, proprio vicino alla nostra scuola, in località Chitarrino, a Fornaci di Barga, una nuova realtà industriale: la Paper Converting. Quindi per sapere qualcosa di più su questa industria, abbiamo preso contatti, tramite le nostre insegnanti, con la responsabile della comunicazione della Paper Converting, signora Linda Batastini, ed una mattina, “armati“ di penne e blocco notes, ci siamo recati, come dei piccoli Sherlock Holmes, nella sede dell’industria. La nostra visita è iniziata in un’accogliente sala riunioni, dove abbiamo potuto conoscere la storia di questa industria, la cui sede originaria si trovava a Diecimo. IL NOME iniziale era «Ital Converting », ed era una delle piccole industrie che si trovavano nel territorio, ma una delle due uniche industrie della provincia che producevano dei macchinari per la lavorazione della carta in prodotti finiti, come rotoli igienici, asciugatutto, lenzuolini sanitari e rotoli industriali. Per questo motivo, pur essendo una piccola realtà produttiva, i suoi macchinari erano molto richiesti, non solo in lucchesia, dove la produzione cartaria era ed è tuttora una delle principali attività economiche, ma anche all’estero. NEL 1999 si ha il grande salto di qualità di questa azienda: essa infatti viene acquisita dalla Paper Converting e in seguito, nel 2005, entrò a far parte della multinazionale americana di nome Barry Wehmiller company, leader mondiale nella produzione di macchinari per la trasformazione della carta tissue in prodotti finiti. È una storia fortunata, ma è anche il risultato di un duro lavoro di squadra che ha portato questa azienda a far parte di una grossa multinazionale statunitense.

Classe 3C

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI