Campionato di Giornalismo la Nazione

Fare squadra contro i bullismo

IL BULLISMO è un’ ostentazione di presunta capacità o abilità : banale, indisponente e rischioso modo di distinguersi, che sfocia talvolta in comportamenti aggressivi o violenti’ (dal dizionario Devoto- Oli) . Il bullismo è molto frequente nelle scuole e non è facile da sconfiggere perché i bulli prendono di mira i più deboli per essere al centro dell’attenzione . INNANZITUTTO è necessario che tutti (alunni, insegnanti, dirigente, operatori, genitori) partecipino a questa lotta. Fare squadra contro il bullismo significa quindi unire le proprie forze per far capire al bullo che è sbagliato il suo comportamento violento nei confronti del più debole. Il bullo è una persona prepotente, ride quando uno piange, prende in giro i più deboli di lui, odia la scuola, i compagni e gli insegnanti. PER NOI sotto la figura del bullo si nasconde una persona che non riesce ad integrarsi e a “fare squadra” con gli altri, quindi indossa una corazza e attacca come fa un animale spaventato. Quindi è importante creare “il gruppo”, dove ci aiutiamo, ci scambiamo le idee senza aver paura del giudizio degli altri, dove l’unione fa la forza! LO SPORT è una grande occasione per fare gruppo, per fare squadra. Secondo noi lo sport serve a conoscere nuovi amici, ma è anche un passatempo liberatorio dalla quotidianità, un’attività neutra dove stare bene con gli altri. Nello sport poi possiamo incontrare persone che vogliono aiutare gli altri e dare il proprio contributo o persone egoiste che pensano solo a loro stesse e quando c’è un gioco di squadra e l’avversario perde lo deridono. Ecco queste non faranno mai squadra. La vera squadra riesce a coinvolgere le persone che sbagliano e a vincere tutti insieme, diventando veri “fratelli di squadra”. “FRATELLI DI SQUADRA” è il progetto promosso dal Ministero delle politiche sociali e dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) con azioni finalizzate a favorire l’integrazione sociale della popolazione attraverso lo sport e a contrastare le forme di intolleranza e discriminazione razziale. Nell’ambito scolastico con ‘Fratelli di squadra’ è stata avviata una campagna educativa con realizzazioni di azioni dedicate alla percezione dei valori d’integrazione tra studenti dove la fratellanza è uno dei concetti chiave per avere successo nella lotta contro il bullismo. Tale percorso , messo in atto dalla nostra classe, ci ha reso più forti e responsabili e ha fatto nascere dentro di noi il senso di appartenenza che ci ha aiutato a comprenderci meglio e a farci sentire uniti.

Classe 1D - tutor: Maria Vittoria Nardini, Francesca Sarti

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI