Campionato di Giornalismo la Nazione

Ecco la spesa consapevole

ANCHE fare la spesa significa imparare e conoscere: così è stato per noi studenti della scuola media Buonarroti, che abbiamo avuto la possibilità di far visita al punto Conad di piazza del Carmine a Lucca. Ad accoglierci c’era Armando Vanni, il responsabile del negozio, che ci ha guidato in questa istruttiva e “consapevole” spedizione. Quanto ci è stato illustrato crediamo che sia quasi del tutto ignorato dalla maggior parte di noi, non solo dai ragazzi ma anche dalle signore, mamme, nonne, casalinghe, che per lo più si occupano di andare a fare la spesa. Bene! Cominciamo dal fatto che ogni giorno i primi prodotti ad arrivare al supermercato sono i “freschi”, ossia frutta, verdura, carne e latticini. Tra le 7 e le 7.45 avviene lo scarico delle merci, a cui abbiamo assistito e partecipato. Entrando, come in ogni supermercato, il primo reparto è quello ortofrutticolo, dove sono collocate frutta e verdura. In Conad, normalmente, i prodotti arrivano prima nel magazzino di Montopoli, poi vengono distribuiti, tramite furgoni, nei diversi supermercati. All’interno dei mezzi la merce viene messa nelle cassette modulari, e trasportata su apposito carrello, chiamato roller, contenente fino a novanta cassette. Proseguendo la nostra spesa, troviamo il reparto gastronomia, dove, sempre ogni mattina, arrivano prodotti da forno, ovvero pane, pizze, focacce e dolci. E’ interessante sapere che il pane non venduto viene trasformato in pangrattato e solo una piccola parte, per fortuna, viene buttata. Tra gli alimenti del settore forno vi sono anche i decongelati o precotti, semplicemente da riscaldare, come le baguette. A seguire, i clienti trovano salumi e formaggi. Il capo reparto, il signor Francesco, ci ha riferito che i formaggi morbidi al tatto sono generalmente più dolci, mentre quelli duri sono più saporiti, come ad esempio il pecorino. Riguardo ai prosciutti, vengono venduti dopo averli disossati, operazione e da compiere indossando protezioni, quali il guanto e il grembiule in ferro. Altre informazioni preziose ci sono state riferite dal signor Vanni: per esempio dovete sapere che la carne confezionata viene messa nei frigoriferi dopo un particolare trattamento, chiamato ATM o atmosfera controllata. Ogni frigorifero inoltre ha una temperatura diversa a seconda del prodotto: la carne ha una temperatura che va da 0 a 4 gradi; la verdura e la frutta da 2 a 7 gradi, ed infine i congelati intorno meno 20 gradi. Ogni giorno, ad inizio e a fine turno un responsabile effettua il controllo della temperatura di ciascun frigorifero, affinchè non si verifichino cattivi funzionamenti. Giunti infine nel reparto sala gli acquirenti trovano tutti i prodotti confezionati, dolci e snack, in posizioni scelte in conseguenza di studi di marketing. Curiosità e novità degli ultimi anni è la messa a punto di molti cibi senza glutine e bio in collaborazione con le Asl. Fatta la nostra “consapevole” spesa, arriviamo alle casse e scegliamo tra la veloce e quella classica a vasca. Ah, sapete quali sono i prodotti più venduti al cambiare delle stagioni? D’inverno la carne, d’estate l’acqua.

Classi 2A, 2B

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI