Campionato di Giornalismo la Nazione

La Spezia si colora di Palio

DAL 1925, nella prima domenica di agosto, al molo Italia di La Spezia, si svolge la più importante competizione scafistica della Liguria, il “Palio Del Golfo”. Si tratta di una sfida che viene disputata a bordo di barche a remi, studiate appositamente per la gara, tanto da guadagnarsi, negli ultimi anni, la denominazione di “imbarcazioni tipo Palio”. In tutto il golfo ci sono tredici borgate, numerate a seconda dalla posizione in mare, e ciascuna è contraddistinta da un proprio stendardo con simboli e colori differenti. Troviamo, partendo dalla punta più estrema: Portovenere, Le Grazie, Fezzano, Cadimare, Marola, C.R.D.D, Canaletto, Fossamastra, Muggiano, San Terenzo, Lerici, Tellaro, Venere Azzurra. Tutte, nel giorno designato, si riuniscono al molo per disputare la competizione, ognuna con il proprio equipaggio formato da quattro vogatori ed un timoniere (nelle prime gare gli equipaggi erano formati da borgatari doc, mentre adesso si assiste ad un sistematico “scambio di atleti”). Dal 1995 il palio prevede tre competizioni distinte, una per ogni categoria. Oltre a quella tradizionale, denominata seniores, sono presenti anche le gare disputate dagli equipaggi femminili e juniores. Il percorso, per questi ultimi due, è di mille metri, divisi in due tronconi da 500 e delimitati da una boa, attorno alla quale bisogna virare il più in fretta possibile, per poi ritornare indietro per il secondo ed ultimo spezzone. Il percorso dei seniores, invece, è di duemila metri e le virate intorno alla boa sono tre. Il Palio Del Golfo è sempre stata una competizione molto sentita da parte dei borgatari del golfo spezzino. La gara ha inizio alle quattro del pomeriggio, ma i tifosi iniziano a prepararsi la mattina, con bandiere, striscioni e fumogeni. Inoltre, la tradizione vuole che tutti i sostenitori muovano dal proprio paese verso La Spezia, intonando cori ed innalzando i vessilli della propria borgata. Per tutti questi motivi, si dice che, più di una competizione sportiva, il Palio sia una competizione folkloristica, proprio perché riesce a trasmette gioie ed intense emozioni legate alla propria terra. Inoltre, al termine della gara, i tifosi dell’equipaggio vincente, si tuffano in mare per andare ad acclamare i vogatori e il timoniere. La gioia di un palio vinto rimane per sempre, non se ne va mai, stanzia nel cuore di ogni tifoso, vogatore, timoniere o allenatore che sia. Tutti gli atleti, sapendo che i sacrifici sono la causa dei sorrisi più belli, lavorano sodo tutto l’anno, per vedere i volti dei propri tifosi colorarsi di gioia e per raggiungere la gloria imperitura.

Classe 3B

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI