Campionato di Giornalismo la Nazione

Terricciola città del vino

UNA CITTA’ del vino. Terricciola è un paese da una storia millenaria, nel 1729 l’arciprete di Terricciola Giovannelli, che ha sintetizzato i tratti più importanti della natura e della storia del paese in un memoriale in latino che verrà pubblicato integralmente dal Targioni Tozzetti, parla di ritrovamenti di tombe etrusche su questo territorio. Negli anni 1752-1756 si susseguono ritrovamenti, che vedono sempre dominante la personalità del Giovannelli. Probabilmente al suo intervento si deve se l’urna con scena di Atteone, ritrovata scavando nell’area della chiesa parrocchiale, viene collocata sulla facciata della canonica, dove tuttora si conserva; suoi - la ricostruzione - sono importanti resoconti del ritrovamento di una tomba in proprietà Maciughi e dello scavo della tomba di Poggio alle tane. CHI viene a visitare il nostro territorio, oltre a fare un giro per ammirare le tombe etrusche, si troverà ad ammirare un bellissimo paesaggio caratterizzato da una grande varietà di colline dove si coltiva la vite per produrre vino ed in ogni stagione le colline cambiano di colore: un vero spettacolo della natura. I terricciolesi festeggiano, ogni anno, a luglio «la notte bianca del vino ». TERRICCIOLA è inserita nella strada delle colline pisane. Ogni anno il secondo e terzo fine settimana di settembre vi si svolge, sin dagli anni 60, la tradizionale festa dell’uva e del vino, la più antica di tutta la provincia. I vitigni tipici della zona sono il Sangiovese, il Trebbiano, la Malvasia, il Ciliegiolo ed il Merlot. Il Sangiovese è uno dei vitigni italiani più diffusi, viene coltivato dalla Romagna fino alla Campania ed è tradizionalmente il vitigno più diffuso in Toscana. Il Trebbiano è una famiglia di vitigni a frutto bianco tra i più diffusi in Italia e Francia. Il Ciliegiolo è un vitigno originario della zona centrale della Toscana, il suo nome deriva dal colore della bacca e ad uno dei suoi aromi primari, che è molto simile alla ciliegia. Il Merlot è un vitigno a bacca nera, il cui nome deriva dalla particolare predilezione che ha il Merlo per le sue bacche, è originario della gironda situata nel sud-ovest della Francia. TUTTI questi vitigni li troverete se verrete a visitarci e così potete assaggiare ed acquistare il nostro vino divertendovi a fare i sommelier e così provare a distinguere odori e sapori dei nostri pregiati e gustosi vini.

Classe 3B - tutor: Gianfranco Gherardi, Marcella Ciurli

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI