Campionato di Giornalismo la Nazione

I pistoiesi e la loro città

GRANDE STIMOLO arriva agli gli studenti da questo anno così speciale per la nostra città, che per il 2017 sarà capitale della cultura in Italia. Noi ragazzi della scuola media Cino da Pistoia ci siamo interrogati su quanto i nostri concittadini siano pronti a rispondere alla sfida che questo ci impone. Questo anno potrà essere un successo se la cittadinanza collaborerà attivamente, non solo in senso stretto «culturale » ma anche svolgendo un ruolo attivo nell’accoglienza dei visitatori. Infatti non possiamo pensare che solo le istituzioni, come il Comune, la Provincia ecc., siano delegate alla gestione di questo evento. Riferendoci al ruolo attivo dei cittadini, vediamo molti di noi, anche attraverso le associazioni di volontariato, prendersi carico di azioni destinate a migliorare l’accoglienza e noi stessi: presidiare monumenti e chiese, coltivare il senso civico (città più pulita) o anche semplicemente essere pronti a dare corrette informazioni. Per questo motivo ci interessava capire quanto la popolazione pistoiese fosse consapevole della propria storia e del proprio patrimonio culturale. ABBIAMO PENSATO a lungo a come scoprirlo e alla fine abbiamo optato per un questionario formato da cinque semplici domande. Vorremmo tanto che tutti i cittadini avessero quelle conoscenze di base riguardanti il nostro patrimonio culturale, che probabilmente è molto più ricco di quanto si possa pensare. Subito ci ha appassionato la sfida e tutti noi abbiamo collaborato attivamente e con impegno per portare a termine il progetto. Dopo aver elaborato le domande ci siamo divisi in gruppi e le abbiamo portate sul territorio. Certo, avremmo anche potuto scegliere un tipo di ricerca più «libresca» e quindi lavorare su dati ricavati da testi e fonti informatiche, ma fin da subito ci ha coinvolto moltissimo il fatto di avere un contatto diretto con le persone. Questo sia per nostro piacere personale che per portare la nostra scuola fuori dai cancelli e rendere più accattivante la ricerca. Siamo soddisfatti del risultato perché a nostro parere condividere un obbiettivo e confrontarsi tra di noi ci aiuta a conoscerci meglio ed elaborare idee per il bene della collettività. Concludiamo volentieri questa riflessione citando alcune delle iniziative che già in questi primi due mesi sono state messe in atto in città. Dal primo gennaio un bellissimo raggio laser verde parte da Palazzo Fabroni e arriva sopra la villa di Celle, entrambi luoghi d’arte e di bellezza, inoltre lo stesso Palazzo Fabroni ospita la mostra «Prêtà- Porter» di Giovanni Frangi e altri eventi di grande rilievo.

Classe 3H

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI