Campionato di Giornalismo la Nazione

Salviamo le cateratte!

CATERATTE Ximeniane di via Due Ponti (via più antica e importante del paese stretta tra il Monte Pisano e l’Arno) sono ora un fatto di cronaca viva!!! Le cateratte di San Giovanni alla Vena nel comune di Vicopisano sono un monumento di ingegneria idraulica del 1757. Con la successiva deviazione del canale imperiale e l’apertura nel 1859 delle chiuse della Botte, le cateratte ximeniane sono quindi entrate in disuso per poi essere dimenticate. Monumento chiuso, dimenticato, in degrado, in stato di abbandono dal 1990: un’offesa alla storia e alla scienza, alla memoria e all’identità del paese, finito nell’elenco dei beni vendibili del Demanio in quanto un peso per le sue casse, ma tutelato dalle Belle Arti. Il degrado è quasi totale, si passa dall’abbandono, con l’invasione di rifiuti di ogni tipo, alla grave decadenza del ponte che collega le cateratte…. Sono lontani da noi anni luce gli Asburgo Lorena e la bonifica del Lago di Bientina… il territorio che spazia dall’Arno a Lucca… un’economia palustre che diviene agricola, una rete di comunicazioni e trasporti via acqua poi sostituita da un trenino su rotaie, distrutto in seguito dai bombardamenti del ‘43-‘44… ecco qui un flash della nostra storia….. ma che ormai non interessa… o meglio, interessa noi che vogliamo non perdere le nostre radici e far sì che il nostro territorio rimanga vivo nella memoria di tanti oggi e in coloro che si succederanno. Grazie al lavoro attivo di molti, la delegazione pisana del Fai (fondo ambiente italiano) ha inserito le cateratte tra i «Luoghi del cuore» tesori nascosti o in stato di abbandono di preziosa importanza per la comunità locale e per il passato che rappresentano. NELL’IMMINENZA del bando di vendita all’asta dell’importante edificio di proprietà del Demanio, (si rischiava essendo le cateratte tra i beni vendibili, che al loro posto nascessero degli appartamenti), l’Associazione culturale sangiovannese ha avviato una serie d’iniziative di sensibilizzazione volte alla sua preservazione e rilancio, come bene storico e valore aggiunto del territorio comunale. Più di dodicimila firme la raccolta effettuata fino al novembre scorso al fine di sostenere le cateratte come “Luogo del cuore”. Questo mese vi è grande attesa per la graduatoria definitiva del Fai. Per adesso siamo al XV posto nella graduatoria nazionale, terzo in Toscana, secondo nella provincia di Pisa. Ringraziamo l’ attivissima sig.ra M. Giani presidente dell’associazione culturale sangiovannese «Non c’è futuro senza memoria », la guida turistica P. Manzo. e l’arch. M Forti che ci hanno dato gli strumenti per poterci documentare.

Classe 2A - tutor Daniela Betti

PER LEGGERE LA PAGINA CLICCA QUI